Randagismo Romania: lunedì il voto sul ritorno all’eutanasia

Ritorno all’eutanasia. Lunedì prossimo (11 aprile, n.d.a.) approderà al Parlamento romeno la proposta di legge che riammette la sindacabilità dei Comuni in materia di eutanasia per i cani detenuti nei canili. La suddetta proposta ha avuto un iter travatagliato, ma a ben vedere nemmeno più di tanto. Il testo era già stato analizzato dal Parlamento di recente, che però l’aveva rispedito indietro. Pochi giorni fa, la Commissione per l’Amministrazione Pubblica ha però votato a porte chiuse “senza consentire l’accesso nè alle associazioni nè alla stampa”, si legge sul sito di Save The Dogs, un testo quasi del tutto analogo al primo. Quest’ultimo avrebbe una grossa probabilità di passare e di essere quindi trasformato in legge vera e propria.

Decideranno i Comuni. Questo, in buona sostanza, sarà il risultato se le cose dovessero andare come previsto dai volontari di STD. Il Comune, nella persona del Sindaco, avrà facoltà di decidere se “addormentare i cani” o meno, ipotesi questa duramente contestata pressochè dalla totalità delle associazioni animaliste presenti sul territorio romeno. “gli amanti degli animali – si legge ancora sul sito di STD – sposteranno i cani dai comuni dove sono condannati a morte a quelli dove vengono tollerati e i programmi di sterilizzazione in atto (pochi, tra cui quelli di STD) verranno compromessi da questi spostamenti da città e province diverse”.

L’appello di Sara. La Presidente di STD, Sara Turetta, attraverso la sua pagina facebook ha lanciato un disperato appello ai rifugi, soprattutto quelli del Nord (per pure questioni di praticità, rispetto alla possibilità di collocare le bestiole), in quanto, dopo mesi di assenza, sarebbero ricominciate le catture di cani randagi destinati ai canili e se passerà la legge, probabilmente alla morte.

“vi scrivo dalla Romania dove oggi purtroppo siamo rientrati in emergenza: alla vigilia dell’approvazione della legge, lunedì, che consentirà le eutanasie di massa (o per meglio dire le uccisioni di massa), oggi sono tornati in azione gli accalappiacani in una delle nostre città, dopo nove mesi di assenza. Se avete la possibilità di prendere cani di taglia piccola, giovani e socievoli, (sterilizzati e vaccinati) o se conoscete strutture che vogliono riceverli, vi prego di contattare urgentemente [email protected]

A.S.