Cadavere trovato in provincia di Ancona: forse un caso di omicidio

Forse un omicidio. Beniamino Riccobelli, 56enne residente a Castelfidardo, paese in provincia di Ancona, è stato trovato morto lungo una strada della cittadina anconetana. Il ritrovamento è avvenuto attorno alle 7.30 di questa mattina. E’ ancora mistero sulle cause del decesso. Riccobelli mostra una ferita in prossimità dell’arcata sopracciliare, una lesione che – stando a certe ipotesi formulate dagli investigatori – potrebbe esser stata causata da una caduta. Le indagini sono appena cominciate, ma c’è chi sospetta che possa essersi trattato di un caso di omicidio. Sul luogo dove è stato rinvenuto il cadavere sono arrivati i carabinieri della stazione locale e quelli della Compagnia di Osimo.

Al lavoro anche la scientifica. Oltre ai carabinieri, sono intervenuti sul posto il medico legale, che ha certificato il decesso, e il magistrato di turno, che ha cominciato le indagini in collaborazione col Nucleo investigativo di Ancona e con gli uomini della Polizia scientifica. Il cadavere è stato trovato su un strada di campagna, vicino ad una fontanella. La ferita alla testa fa supporre che Riccobelli possa esser morto a causa di una brutta caduta, ma ogni pista è ancora aperta. Nelle ultime ore si è fatta largo l’ipotesi che possa essersi trattato, invece, ‘solo’ di un infarto. Sarà l’esame autoptico, disposto dal magistrato, ad aiutare a chiarire la vicenda.

Gianluca Bartalucci