Montezemolo incoronato dai sondaggi: con lui 36% intervistati

Potrebbe arrivare lontano la macchina elettorale guidata da Luca Cordero di Montezemolo. Stando alle stime elaborate da un sondaggio realizzato da Swg in collaborazione con Affaritaliani.it, infatti, più di un italiano su due (59%) benedice la discesa in campo del numero uno della Ferrari e circa il 36% si dice pronto a votarlo. Più interessati risultano gli elettori di centrosinistra (82% del campione), ma ad esplicita domanda: dove crede si possa collocare politicamente l’ex presidente di Confindustria, il 32% degli intervistati risponde al centro.

Un imprenditore in politica – Da quando Luca Cordero di Montezemolo ha aperto alla possibilità di scendere in campo per tentare una “second life” politica, è tutto un turbinare di ipotesi e analisi scalcinate. Per dare più consistenza alle varie valutazioni abbozzate, la Swg in collaborazione con Affaritaliani.it ha realizzato un sondaggio volto a comprendere le reali change del presidente della Ferrari. L’indagine, realizzata tra il 7 e l’8 aprile su un campione nazionale di 1.500 soggetti maggiorenni, ha consegnato informazioni interessanti e per certi versi inattese. Il 59% delle persone interpellate ha, infatti, benedetto la discesa in politica di Montezemolo, mentre il 35% l’ha bocciata. A dare maggior credito all’industriale sono stati gli elettori di centrosinistra (82%), mentre il 59% di quelli di centrodestra ha tradito un atteggiamento critico.

Pronto a vincere – Ma la vera sorpresa riguarda gli ipotetici risultati elettorali che l’ex presidente di Confindustria potrebbe centrare: secondo il sondaggio di Swg, infatti, il 36% degli intervistati si è detto disposto a votare il partito guidato da Montezemolo (il 12% sicuramente sì ed il 24% probabilmente sì). Una percentuale che, se venisse confermata dai fatti,  “sbaraglierebbe” sia il Pdl che il Pd. Il 55% degli interpellati ha, invece, chiuso alla possibilità di mettere una crocetta sulla lista di Montezemolo,  mentre il restante 9% ha detto di non sapere rispondere. Quanto alla sua collocazione politica: per il l 32% del campione intervistato il leader di Maranello deve essere considerato un uomo di centro, per il 30% di centrosinistra e per il 29% di centrodestra.

Maria Saporito