Pagelle Bari-Catania: bene Almiron e Maxi Lopez. Non pervenuto Huseklepp

Pagelle Bari-Catania – Al ‘San Nicola’ è andata in scena una delle più noiose partite della giornata. I protagonisti non hanno sicuramente brillato ne ‘in eccesso ne’ in difetto. Nelle fila baresi c’è da sottolineare ancora una volta l’ottima prova di Almiron mentre di contro il neo-acquisto Huseklepp continua a deludere dimostrando probabilmente di non essere pronto per il nostro campionato. Nel Catania ottimo l’incontro disputato da Maxi Lopez, autore tra le altre cose del gol del pareggio ospite. Il risultato di 1-1 non soddisfa sicuramente nessuna delle due squadra ed il Bari, arrivati a questo punto del campionato, deve certamente lavorare per una pronta risalita dalla Serie B.

Pagelle Bari – Almiron 7: la sua assenza si è sentita eccome. Con l’ex giocatore di Empoli ed Udinese in campo i pugliesi riescono ad esprimersi con una buona organizzazione di gioco. L’argentino è in grado di essere il vero e proprio metronomo di questa squadra, è da lui che si dovrà ripartite. Gillet 6,5. Parisi 6. Rossi 5,5. Belmonte 5,5. Masiello 6. Gazzi 6,5. Bentivoglio 5,5.  Alvarez 6. Rudolf 6,5. Huseklepp 4,5: con la squadra ultima in classifica ed un attacco incredibilmente sterile non era forse questo il momento per lanciare un giovane di belle speranze come l’attaccante norvegese. E’ sempre avulso dal gioco e quindi poco incisivo. Si rischia di bruciarlo in pochi mesi. Mutti (All.) 6

Pagelle Catania – Maxi Lopez 6,5: che sia lui il miglior elemento del Catania ci sono pochi dubbi. Anche oggi corre, lotta ed inventa un gol ridicolizzando due difensori avversari. Attraverso le sue giocate passa la salvezza, ai piedi dell’Etna lo sanno e già da domenica prossima chiedono al loro idolo di regalargli la tranquillità. Andujar 6. Marchese 6. Terlizzi 6. Augustyn 5,5. Lodi 6. Carboni 5. Ledesma 6. Ricchiuti 6. Bergessio 6. Alvarez 5: non partecipa quasi mai alla manovra ed appare spesso spaesato ed in contro tempo. A differenza dei precedenti incontri dove il suo apporto era stato fondamentale alla causa etnea oggi si prende, arbitrariamente, una giornata di riposo. E la difesa ovviamente ne risente.

Simone Meloni