Pagelle Fiorentina-Milan: bene Seedorf e Vargas, Gilardino impalpabile

Pagelle Fiorentina-MilanMilan che batte Fiorentina per 2-1, riprendendosi così la vetta della classifica, condivisa per qualche ora con il Napoli di Mazzarri. Rossoneri che controllano bene il primo tempo portandosi prima in vantaggio con Clarence Seedorf e poi raddoppiando con Pato. Sia il brasiliano che Ibrahimovic avrebbero poi alcune occasioni per chiudere il match, ma entrambi le falliscono. I padroni di casa riaprono la gara con Vargas, il migliore dei suoi, ma non riescono a sfruttare gli ultimi minuti in superiorità numerica per agguantare il pareggio. Migliore in campo è senza dubbio Seedorf, che giostra il pallone con grande maestria, riuscendo anche ad inserirsi pericolosamente. Nei viola, impalpabile Gilardino, mentre è impressionante il numero di traversoni messi dai Vargas che, però, predica nel deserto.

Pagelle FiorentinaVargas 6,5: vera spina nel fianco destro della retroguardia rossonera, sfodera una buona prestazione suggellata anche dal goal. Moltissimi sono i cross con cui il peruviano prova a servire le punte, ma glia attaccanti viola sono protagonisti di una prestazione nettamente insufficiente. Boruc 6; Comotto 5,5; Gamberini 5,5; Natali 6 (Kroldrup 6); Pasqual 6; Donadel 6 (Behrami 5,5); Montolivo 5,5; Santana 5; Ljajic 5,5 (Babacar 5,5); Gilardino 5: il centravanti di Miahjlovic viene imbrigliato dalla retroguardia rossonera, che non gli permette quasi niente. Il suo apporto si fa sentire solo quando riesce a far salire la squadra, ma per essere decisivo serve ben altro.

Pagelle MilanSeedorf 7: grande partita del “Professore” che dirige l’orchestra con grande classe ed esperienza. Nelle ultime partite è molto in crescita e tutta la squadra ne gode. Si inserisce bene in un paio di occasioni, segna la rete del vantaggio ed è protagonista di un paio di ottime chiusure difensive. Difficile chiedere di più. Abbiati: 6,5; Abate 5,5; Thiago Silva 6,5; Yepes 6; Zambrotta 6; Van Bommel 6; Flamini 6; Boateng 6,5 (Gattuso s.v.); Pato 6,5; Ibrahimovic 5: non in forma smagliante, fallisce due occasioni con si poteva porre il sigillo finale sulla partita. Nel finale si fa espellere per qualche parola di troppo: ancora da chiarire se si sia rivolto all’assistente o a sè stesso, la certezza è che questo non è il vero Ibra.

Alberto Ducci