Serie A, Palermo-Cesena 2-2: pari e spettacolo al Barbera

Palermo-Cesena 2-2Pareggio davvero spettacolare fra Palermo e Cesena, coi siciliani che chiudono in vantaggio di due reti il primo tempo, facendosi poi recuperare nei minuti di recupero della ripresa. Se inizialmente il ritorno di Rossi pareva aver giovato alla squadra, nel finale sono riemersi quei problemi di concentrazione che i rosanero si portano dietro da molto tempo. Amaro il commento del tecnico palermitano, Delio Rossi: “Sarebbe meglio non raccontare come è andata la partita. Abbiamo dominato, poi è finita così“. Ai microfoni di Mediaset Premium, Ficcadenti è contento e determinato: “Siamo una squadra che non molla mai, anche in dieci ci abbiamo creduto e abbiamo voglia di provarci fino all´ultimo per arrivare alla salvezza“.

Grande partenza – Parte a mille il Palermo, che dopo 5 minuti è già in vantaggio: prima rete in campionato per il giovane Kurtic, servito ottimamente da Balzaretti con un bel cross rasoterra. Il Cesena prova a rispondere  prima con Parolo, il cui sinistro da fuori viene deviato in corner da un difensor, poi con Malonga, che sfiora il palo mandando fuori. Al 36′ i rosanero trovano il raddoppio grazie a Pinilla che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, devia in rete un tiro di Balzaretti. Nel finale il Cesena prova a premere sull’acceleratore, ma il Palermo si difende con grande attenzione, mantenendo così il vantaggio acquisito.

Finale di fuoco – La ripresa inizia col Cesena che si rende pericoloso con un bel tiro di Giaccherini su cui Sirigu si fa trovare pronto. E’ poi Malonga a cercare di accorciare le distanze, ma l’azione di disturbo di Bovo non permette al francese di concludere al meglio. Alla mezz’ora il Cesena rimane in 10 per l’espulsione di Von Bergen, ma nel finale la gara si accende: al secondo dei sei minuti di recupero il Cesena va in rete grazie ad un diagonale di Parolo a cui Sirigu non riesce ad opporsi. Durante l’ultimo giro di orologio, ecco il pareggio romagnolo: mischia in area rosanero e palla che arriva a Giaccherini, che da pochi passi non sbaglia, regalando così un punto insperato ai suoi.

Alberto Ducci