Serie A, Sampdoria-Lecce 1-2: doriani prossimi alla retrocessione

Sampdoria – Lecce – La Sampdoria perde la terza gara della gestione Cavasin dopo il pareggio a reti inviolate col Chievo: nota positiva è il ritorno al goal che mancava da più di un mese, dal 2 a 3 col Cesena sempre in casa. La squadra di De Canio, invece, conquista una vittoria che ha un sapore dolcissimo: scavalca la Sampdoria e approfitta del pareggio di Cesena, Brescia e Catania e della sconfitta del Parma per mettersi in una posizione favorevole. Sampdoria che ora ha un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione. Cavasin annuncia che licenziarlo sarebbe un errore, De Canio esalta i suoi.

Lecce subito avanti – Tagliavento tiene bene in mano la gara e al 6′ trova già il primo ammonito: trattasi di Vives. Al 9′ arriva la prima occasione per una Sampdoria molto propositiva: Ziegler parte da punizione col suo mancino, ma non trova lo specchio della porta di poco. Al 15′ ci prova il Lecce con Oliveira: tiro preciso e Curci para in due tempi. Al 20′ tocca a Palombo che ci prova da punizione da posizione lontanissima: palla altissima sopra la traversa. Da lontano tocca poi a Mesbah al 23′ con Curci che però interviene preciso mettendo in angolo. Primo tempo che si conclude col vantaggio della squadra ospite al 39′: Di Michele, che ha nella Sampdoria la vittima preferita, sfrutta dei rimpalli e ruba palla a Palombo trovando poi il tapin vincente da posizione ravvicinata. Squadre negli spogliatoi sull’1 a 0.

Primo goal di Maccarone – Secondo tempo che inizia forte per il Lecce che con Jeda tenta di sfruttare un buco lasciato da Gastaldello nella difesa: di testa però il suo tiro va fuori. Al 59′ ci prova Ziegler dalla distanza per sbloccare la partita, ma il tiro va fuori dallo specchio della porta. Al 67′ ottima occasione per Andrea Poli che liberissimo al limite dell’area riceve palla, ma calcia in maniera debole tra le braccia di Rosati. Goal sbagliato goal subito e sulla ripartenza Olivera trova il 2 a 0: tiro ribattuto da Gastaldello in scivolata, ma sulla seconda battuta l’attaccante del Lecce trova la porta. Dopo cinque minuti però la Sampdoria riesce a ritrovare il goal dopo un’astinenza che durava dalla prima settimana di marzo, contro il Cesena: Maccarone riceve palla dopo un’involata di Guberti sulla fascia e conclude a rete in maniera precisa e impeccabile. Al 73′ Sampdoria in dieci uomini per doppia ammonizione di Mannini. Nel finale assalto della squadra di Cavasin che però ha una sola buona occasione con Biabiany di testa che non riesce a trovare lo specchio della porta.

Mario Petillo