Serie A: top e flop della 32^ giornata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:04

Serie A- Sul podio dei Top della 32^ giornata di Serie A di Newnotizie troviamo: 1) Dopo aver segnato il suo primo gol juventino a Cagliari, Luca Toni si ripete proprio contro il Genoa, squadra che ha lasciato a gennaio per indossare la casacca bianconera. L’ex attaccante di Roma, Fiorentina e Bayern entra subito in partita, fornendo un assist prezioso a Matri per il pareggio e segnando il gol del definitivo 3-2 facendo valere tutta la sua fisicità che Madre Natura gli ha donato; 2) Se ancora ce ne fosse bisogno, Clarence Seedorf a 34 anni ha dimostrato ancora una volta di essere un giocatore fondamentale per questo Milan. La sua classe sopraffina illumina il “Franchi” di Firenze con passaggi e serpentine di alta scuola, come il suo gol che sblocca l’equilibrio iniziale. Quattro Champions League vinte con tre maglie diverse e nessun Pallone d’oro vinto: ci sono tutti gli elementi per chiederne l’assegnazione d’ufficio all’olandese, considerando che nell’albo d’oro è presente anche il nome di Matias Sammer; 3) Reja lo ha lasciato in panchina a Napoli perchè era stanco e, tutt’ora, si dice che non sia al meglio. Hernanes dimostra di essere il faro di questa Lazio che prova di conquistare il quarto posto valido per i preliminari di Champions League. Se questa è stanchezza…

Il podio dei flop- Sul podio dei Flop della 32^ giornata di Serie A di Newnotizie troviamo: 1) Non riesce più a segnare su azione e la cosa sembra pesargli troppo: Zlatan Ibrahimovic è il risvolto negativo del buon Milan visto a Firenze. Nervoso, alla ricerca spasmodica del gol e poco lucido sotto porta: questo è il succo della sua partita contro la Fiorentina che viene condita da un’espulsione nel finale che priverà i rossoneri del talentuoso svedese per almeno una partita; 2) Alla festa del Napoli partecipa anche Viviano. Il portierone del Bologna e della Nazionale, mosso a compassione dall’astinenza di Mascara, decide di regarargli un pallone d’oro che l’ex attaccante del Catania deposita in rete realizzando il più facile dei gol. L’errore del n.1 rossoblu non pesa sulla classifica della sua squadra e cercherà sicuramente di dimenticare l’accaduto. Chi ha avuto, ha avuto; chi ha dato, ha dato: scurdammc o passat; 3) Angelo Palombo è l’emblema del momento attuale della Sampdoria: la sua indecisione regala a Di Michele la palla del vantaggio leccese, mandando sempre più giù la sua squadra verso il baratro della Serie B. Di questo passo, anche lui potrebbe seguire le orme di Cassano e Pazzini.

Antonio Pellegrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!