Bersani: Confindustria discuta con noi

Nel lungo intervento di ieri a Napoli, Pier Luigi Bersani ha toccato tutti i punti salienti del dibattito politico: dall’immigrazione alla giustizia, passando per la crisi economica che continua a “flagellare” il Paese. In risposta all’allarme lanciato qualche giorno fa dal numero uno di Confindustria, Emma Marcegaglia (“Mai come adesso gli imprenditori sono stati lasciati soli”), il segretario del Pd ha teso la mano agli industriali: “Se volete discutere di riforme economiche – ha detto – fatelo con noi”. Per quanto, incalzato sull’argomento a margine del suo intervento, il leader dei democratici ha subito recapitato una “stoccata” agli imprenditori: “Quando si predicavano cieli azzuri e crisi psicologiche – ha ricordato – nessuno ha protestato”.

Bersani a Emma: “Discutete con noi” – “Il Paese è stato lasciato solo da un governo che non si occupa né di imprese né di lavoro, ma di processi e giustizia”. E’ partito da qui il leader nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani, per raccogliere l’S.O.S. lanciato due giorni fa dal presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. La “solitudine” denunciata dalla numero uno degli imprenditori italiani ha, infatti, fatto il paio con le dure polemiche che il partito di Bersani ha rivolto alla politica economica del governo Berlusconi e, per questo, il democratico si è lanciato in un’esplicita proposta. “Sono contento che gli industriali vogliano fare una loro riflessione sulle riforme da fare – ha notato Bersani – vorrei segnalare che noi, partito d’opposizione, abbiamo presentato anche a Tremonti un programma di riforme, quello che l’Italia deve presentare all’Europa a metà aprile. Se la Marcegaglia vuole discuterne con noi – ha spiegato il segretario del Pd – noi siamo a disposizione“.

Una denuncia tardiva – Per quanto – ha subito puntualizzato Bersani – la denuncia di Confindustria appaia per lo meno intempestiva: “Siccome in questo Paese c’è la memoria corta – ha ripreso il democratico – vale la pena ricordare che quando dicevamo questa non è una crisi che si apre con una parentesi e si chiude con un’altra, ma è una questione più seria, c’era chi predicava cieli azzurri, crisi psicologiche e diceva ai consumatori di consumare. Ecco – ha polemizzato il segretario del Pd – non ho sentito grandi proteste allora”.

Maria Saporito

Articolo precedenteBenicio Del Toro diventerà papà
Articolo successivoNucleare: se lo conosci lo eviti?
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.