F1, Montezemolo: “Fiducia negli uomini Ferrari”

F1, Montezemolo fiducioso – Certamente la sorpresa deve essere stata delle peggiori. Dopo le parole di ottimismo rilasciate a fiumi questo inverno confermate dalle prestazioni nei test invernali, il ritrovarsi alla prima stagionale già dietro e costretti ad inseguire proprio come nel 2010 ha sicuramente dato molto fastidio a Luca Cordero di Montezemolo. Eppure proprio adesso non è tempo di ramanzine e punizioni visto la situazione tanto fondamentale quanto critica e non resta quindi che sperare nei lavoro dei tecnici in rosso: “Sono certo che ci sarà una reazione straordinaria” Ha affermato proprio Montezemolo durante la presentazione di una collana DVD dedicata al cavallino “So che si sta lavorando intensamente e ho grande fiducia nelle capacità sia umane che tecniche dei nostri uomini. Credo che finirà il periodo in cui possiamo aspirare al massimo ad un podio” Certa convinzione nei mezzi e risorse della squadra, già in passato autrice di fantastiche ed impensabili rimonte.

Voglio miglioramenti – Ovviamente però non si nasconde la delusione dei risultati sino ad ora conseguiti, dato che l’obbiettivo era quello di partire subito l’avventura 2011 con la vettura più forte del lotto: “Non sono certamente soddisfatto di come sia iniziata la stagione ma so che queste persone nei momenti di difficoltà sanno reagire. Spero di vedere dei miglioramenti soprattutto in qualifica e di vederla competitiva come in gara. So da Domenicali, con cui ho appena parlato, che tutti sono al lavoro a testa bassa” La voce quindi del presidente si è già fatta sentire e si vuole evitare una disfatta davvero grave per l’immagine e per i sogni di tutti i tifosi sparsi nel mondo. Fortunatamente il tempo ancora non manca.

Cina difficile – Riguardo al prossimo appuntamento previsto proprio per questa domenica, Montezemolo rimane cauto nelle dichiarazione conoscendo perfettamente le oggettive difficoltà della vettura: “Ho la sensazione che in Cina sarà difficile, non credo che la Ferrari in questa settimana possa fare la rivoluzione. Ho parlato a lungo con Alonso per sentire le sue impressioni sulla macchina e l’ho sentito comunque fiducioso, anche se dobbiamo lavorare molto per migliorarla” Non resta quindi che rimboccarsi le maniche e cercare di dare una decisa svolta già per il Gp della Turchia. Un cambio di marcia per non dire già addio al titolo, con la posta in gioco che si è fatta dannatamente alta.

Riccardo Cangini