Internet grande opportunità, in Italia vale il 2% del Pil

Oggi il “Fattore Internet” vale in Italia ben 31,6 miliardi di euro, ossia il 2% del Pil. Questo dato più che raddoppierà entro il 2015. In uno scenario conservativo l’Internet economy rappresenterà 59 miliardi di euro, pari al 4,4% del Pil italiano, con un tasso di crescita annuo del 18%. E’ quanto scaturito dallo studio Fattore Internet, stilato da Boston Consulting Group.

I numeri. Il 2% circa del prodotto interno lordo nazionale. E’ questo, dunque, l’importante ritorno economico legato al web in Italia. Poco meno dell’agricoltura, fanno sapere ancora dallo studio, e poco più del settore della ristorazione. L’indagine, commissionata da Google, precisa che nei 31,6 miliardi di euro (senza mettere in conto l’indotto) 17,4 miliardi derivano dal mercato consumer, 11,2 miliardi dalle aziende e 7,1 miliardi dallo Stato. Su 17,4 miliardi del segmento consumer, ben il 65% (oltre 11 miliardi) deriva dall’acquisto di prodotti, servizi e contenuti online. Tra i vari servizi il turismo è primo, poi seguono informatica, elettronica di consumo, assicurazioni e abbigliamento. Nel segmento e-content, meglio il gaming delle news: primato per il poker online con 3 miliardi di euro. Sono 28 milioni gli italiani che navigano almeno una volta al mese, +16% rispetto a 12 mesi fa. 6 milioni navigano tra le 9 e le 24, trascorrendo mediamente 1 ora e 35 minuti al giorno sul web, soprattutto sui social network. 15 milioni hanno uno smartphone o un tablet e 10 milioni si servono di tali device per navigare.

Vantaggi dall’online. Dallo studio fanno sapere, inoltre, che le piccole e medie imprese che hanno arricchito il proprio sito Internet con l’e-commerce e, quindi, scommesso sul web marketing hanno poi raggiunto fatturati medi superiori all’1,2%, mentre quelle che si sono fermate solamente ai siti vetrina, cioè senza l’offerta di servizi, hanno registrato un declino del 2,4%. Infine, le Pmi che hanno deciso di lasciare da parte l’online hanno dovuto fare i conti con un -4,5%.

Puntare sul web. Internet è, senza ombra di dubbio, un’enorme opportunità per la crescita economica del Paese, alla quale contribuisce direttamente e in modo massiccio con beni, servizi e posti di lavoro. Ma anche indirettamente. Basta pensare, infatti, alle non trascurabili, quanto innumerevoli, decisioni d’acquisto prese attraverso e grazie le ricerche effettuate in Rete.
Cogliere la palla al balzo.

Mauro Sedda