Calciomercato Juventus: la rinascita parte da Spalletti

Calciomercato Juventus – La prossima stagione per la Juventus potrà essere decisiva in ogni senso: potrà essere l’anno della rinascita, il primo gradino verso il ritorno tra le grandi, oppure potrà segnare un certo ridimensionamento di tutto l’ambiente. La dirigenza non ha più molte possibilità di commettere errori poichè al vertice si potrebbe mettere in discussione il lavoro di Marotta e di tutto lo staff tecnico. La conferma di Del Neri è un’ipotesi che potrebbe diventare realistica solo nel momento in cui centrasse un ormai insperato 4° posto. Spalletti sarebbe già pronto, così come pronti sono i nomi della auspicabile rinascita: si seguono Rolando e Fernando del Porto, mentre ci sarebbe stato un contatto con Tevez, in rotta col City di Mancini.

Nuova guida – In caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League, distante ora 6 punti, è pressochè certo che il primo avvicendamento si avrà in panchina. Il primo candidato è Spalletti, che non pare avere più un grande rapporto con la dirigenza dello Zenit, complice anche uno spiacevole episodio accaduto nell’ultimo turno di campionato: nella sfida contro i rivali del CSKA Mosca, l’ex allenatore della Roma non avrebbe convocato nessun under 21, cosa che viene sanzionata con la sconfitta per 3-0 a tavolino. Questa sarebbe la classica “goccia” che, se ancora non ha fatto traboccare il vaso, ha portato l’acqua all’orlo. La Juventus attende sviluppi e intanto pensa ai tasselli da inserire nella futura rosa.

Quanti nomi – Sono veramente molti i giocatori che in questo periodo vengono accostati alla Vecchia Signora: molte sono speculazioni, in altri casi si tratta di elementi realmente seguiti dallo staff bianconero. E’ notizia fresca l’invio di emissari in Russia per assistere al match tra CSKA e Porto: osservati speciali sono il difensore Rolando e Fernando, mediano dai piedi buoni. TMW riporta poi un contatto fra la dirigenza di Corso Galileo Ferraris e l’entourage di Carlos Tevez. L’attaccante argentino molto probabilmente lascerà il Manchester City, ma riguardo alla futura destinazione ha pretese ben precise: non si può prescindere dalla coppa dalle grandi orecchie, obbiettivo per ora ancora distante in casa Juve.

Alberto Ducci