Probabili formazioni Catania-Lazio: Spolli out, Zarate unica punta

Probabili formazioni Catania-Lazio.   Catania – Gli etnei, dopo il pareggio esterno col Bari, hanno bisogno di strappare punti salvezza. Per raggiungere lo scopo, Simeone si affida ad un 4-3-1-2 tutt’altro che difensivista. Il tecnico argentino dovrà con tutta probabilità fare a meno di Spolli, il cui posto verrà preso da Augustyn. La voglia di vittoria si può individuare anche nella scelta di schierare Lodi, il cui ruolo naturale è quello di trequartista, come interno di centrocampo accanto a Ledesma e Carboni. Ricchiuti sarà il rifinitore, alle spalle di Bergessio e Maxi Lopez. Questa quindi la probabile formazione: (4-3-1-2) Andujar; Alvarez, Augustyn, Silvestre, Terlizzi; Ledesma, Carboni, Lodi; Ricchiuti; Bergessio, M. Lopez. A disposizione: Campagnolo, Marchese, Capuano, Schelotto, Izco, Gomez, Morimoto. Allenatore: Simeone. Indisponibili: Bellusci, Spolli, Llama, Sciacca, Martinho. Diffidati: Andujar, Maxi Lopez, Gomez. Squalificati: nessuno. Altri: Biagianti, Kosicky, Potenza, Pesce.

Lazio – Nel suo 4-2-3-1, Reja dovrà fare a meno dello squalificato Matuzalem: in mezzo al campo, accanto a Ledesma, ci sarà Brocchi. In difesa, Garrido dovrebbe essere preferito al rumeno Radu; Dias e Biava formeranno la coppia centrale, mentre sulla destra sarà titolare Lichtsteiner. Il tecnico biancoceleste punta su Zarate come unica punta, per sfruttare la sua abilità negli spazi stretti. Alle sue spalle, Hernanes giocherà centralmente, mentre Sculli e Mauri avranno il compito di aprire spazi nella difesa avversaria partendo sall’esterno. Questa quindi la probabile formazione titolare: (4-2-3-1) Muslera; Lichtsteiner, Biava, Dias, Garrido; Brocchi, Ledesma; Mauri, Hernanes, Sculli; Zarate. A disposizione: Berni, Stendardo, Radu, Bresciano, Gonzalez, Floccari, Kozak. Allenatore: Reja. Indisponibili: Diakitè. Diffidati; Kozak, Brocchi, Stendardo. Squalificati: Matuzalem (2 giornate). Altri: Berardi, Artipoli, Ojiakor, Barreto, Bizzarri, Bonetto, Manfredini, Ceccarelli, Meghni, Rocchi, Del Nero, Scaloni, Foggia.

Alberto Ducci