Festival di Cannes: Moretti e Sorrentino in concorso, alla corte di De Niro

64° edizione del Festival di Cannes – Dall’11 al 22 maggio si alterneranno sulla Croisette più ambita d’Europa alcuni dei più grandi cineasti del mondo. Tra questi – possiamo dirlo con orgoglio – ci sono anche due italiani: Nanni Moretti e Paolo Sorrentino. Entrambi già amati dal pubblico d’oltremanica e già premiati dal festival di Cannes in passato, tornano in concorso (a renderlo noto è stata proprio l’organizzazione del Festival) con i loro due ultimi lavori: l’Habemus Papam di Moretti, con il suo ritratto di un Papa triste e insicuro, e This must be the place di Sorrentino, la storia di una rockstar in cerca dell’aguzzino nazista del proprio padre.

Accanto a loro, a fronteggiarsi nella speranza di convincere la Giuria presieduta da Robert De Niro, altri grandi nomi del cinema mondiale come Takashi Miike, Lars Von Trier e Pedro Almodóvar. Due speranze per l’Italia, dunque, anche se – volgendo l’occhio all’ambito produttivo – la produzione di Moretti è italo-francese e quella di Sorrentino è internazionale (come anche il cast, vista la presenza nel suo film di stelle del calibro di Sean Penn e Frances McDormand). In ogni caso due motivi di orgoglio per il nostro Paese, che tra tagli e ritagli al Fus e una tanto conclamata crisi creativa riesce ancora a farsi valere sulla scena internazionale; anche se – pazienza – i nomi vincenti il più delle volte sono sempre gli stessi.

Di seguito l’elenco di tutti i film in concorso al sessantaquattresimo Festival di Cannes.

“The Skin I Live In” – Pedro Almodovar
“L’Apollonide”” – Betrand Bonello
“Foot Note” – Joseph Cedar
“Paterre” – Alain Cavalier
“Once Upon A Time In Anatolia” – Nuri Bilge Ceylan
“The Kid With A Bike” – The Dardenne Brothers
“Le Havre” – Aki Kaurismaki
“Hanezu no Tsuki” – Naomi Kawase
“Sleeping Beauty” – Julia Leigh
“Tree of LIfe” – Terrence Malick
“La Source de Femmes” – Radu Mihaileanu
“Polisse” – Maïwenn Le Besco
“Harakiri” – Takashi Miike
“Habemus Papam” – Nanni Moretti
“Melancholia” – Lars Von Trier
“This Must Be The Place” – Paolo Sorrentino
“Drive” – Nicholas Winding Refn
“We Need To Talk About Kevin” – Lynne Ramsay

Roberto Del Bove