Non incontrare l’orco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:29

Il dodici aprile, presso il Teatro di Documenti a Roma, è andato in scena lo spettacolo “Non incontrare l’orco”, che fino a domenica diciassette verrà replicato per tutti coloro che avranno voglia e modo di assistervi. È facile intuire quali siano le tematiche trattate in tale spettacolo, e se si aggiunge il fatto che l’evento è patrocinato dal Telefono Azzurro, lo diventa ancora di più. Sono molti ad essere d’accordo sul fatto che non esiste crimine peggiore di quello che viene compiuto ai danni dell’infanzia di qualcuno. Il male che la viltà che un singolo può fare sull’innocenza di un bambino è tale da rimanere accecante ed indelebile per un’intera esistenza. “Non incontrare l’orco” non è solo uno spettacolo, bensì anche un progetto, che vide la luce nel duemilanove, a vent’anni di distanza dalla promulgazione della Carta dei Diritti dell’Infanzia.

Lo spettacolo è suddiviso in quattro movimenti; il prologo si intitola “il sogno di pollicino”. Il primo atto ha il nome di “incubo”, ed è seguito dall’intermezzo “il sapore del latte”; il secondo ed ultimo atto si intitola “fratello sorella”. Il linguaggio artistico-visivo del quale si avvale tale spettacolo, ha come scopo anche quello di “tradurre” il linguaggio giuridico della Carta dei Diritti dell’Infanzia, al fine di trasformarlo in opere scultoree, in musica, in teatro, in arte.

Anche il pubblico è protagonista in quest’opera, che di certo non affronta tematiche che possono essere digerite con facilità. La regia dello spettacolo, che sarà presso il Teatro di Documenti fino a domenica diciassette aprile, è di Anna Ceravolo e Carla Ceravolo. La messa in scena dell’opera si avvale della presenza di  Chiara Benedetti, Alessandro Belardinelli, Lavinia Salani, Alessandra Silipo, Arianna Bindo, Valentina Di Blasi, Karihua Ferrero, Cristina Maccà e Valentina Mannone. Prezioso è stato il contributo di Carlotta Bon e Verdiana Gerolami.

Martina Cesaretti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!