Algeria: Bouteflika e la riforma costituzionale

Riforme annunciate. L’Algeria si trova ad un passo da alcune sostanziali riforme, a quanto comunicato oggi dal presidente Abdelaziz Bouteflika, che ha annunciato in particolare una prossima revisione della Costituzione, e alcuni altri cambiamenti istituzionali. Nella mattinata di oggi il discorsi del Presidente algerino è stato trasmesso all’intera nazione tramite la televisione di Stato. Bouteflika ha anche annunciato che cercherò l’accordo con il Parlamento per rivedere la struttura legislativa della repubblica algerina. Un passo nuovo verso una democrazia sempre più moderna, secondo l’opinione diffusa da Bouteflika: “Solleciterò il Parlamento – ha infatti detto il presidente nel suo discorso – a rivedere tutta la struttura legislativa per rafforzare la democrazia“.

Le parole di Bouteflika. Il discorso del Presidente algerino non arriva a caso, ma in un periodo sostanzialmente cruciale ed abbastanza delicato, date le recenti sommosse studentesche di piazza avvenute in Algeria. Gli studenti sono furiosi a motivo del dilagare della disoccupazione, piaga per la quale, a loro dire, non si è fatto alcuno dei passi che sarebbe necessario intraprendere in sede politica. Una corsa ai ripari era d’obbligo per Bouteflika, che sta cercando evidentemente di riacquistare consenso e credibilità pubblica. Gli scontri provocati dalle proteste sono stati in qualche punto anche abbastanza cruenti, portando, come è noto, ad un numero di feriti considerevole.

Opinione pubblica e soluzioni. Non sono problematiche nuove o rare per le moderne repubbliche democratiche, purtroppo, quelle che stanno coinvolgendo l’Algeria. Staremo a vedere se le riforme legislative che il Presidente ha in mente soddisferanno l’opinione pubblica algerina, e soprattutto se sarà fatto qualche effettivo passo che contribuisca allo sviluppo del benessere del lavoratore all’interno della nazione in evidente stato di crisi economico e politico.

Sandra Korshenrich