La Fondazione Giorgio Cini rende omaggio a Duilio Courir

Un omaggio al critico musicale – A poco più di un anno di distanza dalla scomparsa di Duilio Courir, l’Istituto per la musica della Fondazione Giorgio Cini di Venezia dedicherà alla memoria del critico musicale Ja, es muss sein…,una giornata di studio e un concerto di musiche sperimentali elettroacustiche in prima esecuzione assoluta.

Lunedì 18 aprile a partire dalle ore 15, presso l’Isola di San Giorgio Maggiore, si potrà accedere ad ingresso libero all’evento che celebra l’impegno con cui Courir ha cercato di sostenere il ringiovanimento della musica europea. La giornata di studio si articolerà in un incontro di studio con le testimonianze di: Luigi Berlinguer, Lorenzo Bianconi, Sylvia Courir, Andrea Emiliani, Tito Gotti, Mario Messinis, Gian Paolo Minardi, Robert Piencikowski e Nuria Schoenberg Nono. A partire dalle 17.30 circa si potrà ascoltare per la prima volta il concerto che vedrà impegnati Carlo Lazzari al violino e Alvise Vidolin alla regia sonora e live electronics sulle musiche composte da Gino Gorini (sonata per violino solo) e Pierre Boulez (Anthèmes 2 per violino e live electronics).

Il critico Duilio Courir ha iniziato i suoi studi musicali con Tagliapietra e Bagnoli ed ha lavorato per oltre quaranta anni collaborando con testate come il Resto Del Carlino, Il Mondo, Corriere della Sera o Amadeus. L’iniziativa della Fondazione Cini ne vuole ricordare anche il valore nel ruolo di intellettuale nella realtà italiana del secondo Novecento, i suoi studi sulla pittura e su Morandi, l’importanza come storico della interpretazione musicale e il suo voler proteggere la Neue Musik nel periodo in cui non riusciva a trovare una propria collocazione nel repertorio e nella popolarità tra pubblico e critici.

Beatrice Pagan