Tennis, Fed Cup: Russia già avanti 2-0

Tennis, Fed Cup – Se prima ancora di entrare in campo l’incontro appariva impari, adesso la situazione è sportivamente drammatica. In semifinale di Fed Cup, dopo la prima giornata di singolari contro la Russia l’Italia è già sotto 2-0 e la situazione è davvero delicata. Sara Errani e Roberta Vinci hanno perso sotto i colpi rispettivamente della Zvonareva e della Kuznetsova. Domani previsti altri due singolari mentre dopodomani si giocherà un forse inutile doppio.

Errani svagata – La trasferta a Mosca non era iniziata per il verso giusto: le defezioni della Schiavone e della Pennetta avevano lasciato temere il peggio. E in effetti oggi le cose non sono andate bene per le nostre giocatrici. Già dal primo singolare si era intuito che la giornata sarebbe stata amarissima per le azzurre di Barazzutti. A Mosca il primo match della Errani è senza storia. L’ azzurra si arrende 6-0 6-2 a Vera Zvonareva senza quasi combattere e senza opporre la giusta determinazione. Per carità, l’avversaria era di un certo calibro, numero tre del ranking Wta, ma ci si aspettava un pò di mordente in più, necessario anche solo per allungare la partita che invece si è chiusa ingloriosamente in soli 56 minuti. “Peggio ancora dei quattro precedenti, sempre persi, perché quando Vera gioca così per me è ingiocabile” ha detto la Sara Errani al termine dell’incontro.

Vinci combattente – Altro discorso per Roberta Vinci. Ce l’ha messa tutta per far dubitare l’avversaria dei suoi mezzi, e a tratti c’è anche riuscita, riuscendo a strappare un set alla russa Kuznetsova. Poi alla lunga la Vinci è crollata e al terzo e decisivo set non c’è stata storia. 6-2 6-7 6-1 il finale dell’incontro durato quasi due ore. Su un campo molto veloce le azzurre hanno fatto il possibile ma non è bastato. Russia avanti 2-0 e fine della storia? Probabilmente, ma domani ci sono da giocare altri due singolari, restiamo appesi ancora per un filo a questa Fed Cup, prima che ci sfugga definitivamente di mano.

Rosario Amico