SBK, Olanda: trionfo di una grande Checa. Secondo Biaggi, difficoltà Melandri

SBK, Gp Olanda – Un terzo appuntamento del mondiale Superbike intenso e combattuto sino all’ultimo giro, confermando in pieno la pura spettacolarità delle derivate di serie. Tutto è iniziato con Gara1 segnata dalla partenza fulminate di Jonathan Rea, in grado di piegare la resistenza di Biaggi per il primo posto ed imporre da subito un ritmo forsennato. Il gruppo degli inseguitori, capitanati dall’Aprilia di Max, ha cercato di evitare la fuga solitaria dell’inglese, non riuscendo però completamente nell’intento. I distacchi tra i vari piloti si sono subito alzati e solo Biaggi ed il sempre solido Checa sono riusciti a reggere il ritmo del pilota Honda, chiudendo già a metà gara i giochi per quanto riguarda il podio. Dietro il vero protagonista è stato Marco Melandri, penalizzato da una cattiva partenza e poi autore di una decisa rimonta con bei sorpassi ai danni di Corser, Laverty ed la sorpresa di Michel Fabrizio, alla fine in quinta piazza a bordo di una Suzuki sempre più amica. Davanti invece Rea è stato bravissimo  a non commettere nessun errore, rispondendo alla pressione del campione del mondo e guadagnandosi la prima vittoria stagionale. Secondo quindi Biaggi finalmente sorridente dopo il week-end disastroso in Inghilterra, terzo Checa attento a prendere punti vitali per la classifica. Bravo Melandri quarto e Badovini nono nonostante la sua pochissima esperienza in SBK.

Gara2 – Anche la seconda manche non delude le aspettative. Al via vi è un repentino scatto di Rea, questa volta però prontamente seguito da Checa, Biaggi, Haga e un Melandri deciso più che mai. Questo gruppetto inizia a dettare legge con tempi davvero bassi, costringendo tutti gli altri ad inseguire con fatica. Dopo poche tornate però Haga commette una serie di errori che gli fanno perdere contatto con i primi, riducendo la lotta per la vittoria a quattro nomi già dopo solo dieci giri. In prima posizione Checa sfrutta al massimo la sua Ducati, seguito da un solido Biaggi mentre Rea e Melandri battagliano per la terza piazza. Purtroppo sarà proprio Marco ad uscire di scena causa una caduta, dettata dal ritmo davvero indiavolato che questa manche ha preso. Si arriva quindi agli ultimi giri, con Rea su Honda ormai fuori dai giochi e gli esperti Checa e Biaggi in bagarre per la corona del vincitore. A terzultimo giro il campione del mondo riesce a sorpassare lo spagnolo, ma Carlos controlla bene la situazione ed un giro dopo lo infila con una staccata da vero manuale. Il pilota Ducati quindi si invola verso un’altro successo, seguito da Max bravo comunque a recupera punti nel mondiale. Bene anche Fabrizio settimo su Suzuki.

Classifica – La lotta quindi si infiamma e i tre protagonisti indiscussi di questo 2011 continuano ad impressionare. Perfetto il rendimento di Checa, mentre Biaggi ritorna in seconda posizione pronto al recupero. Melandri invece delude, rimanendo però molto minaccioso e pronto a vender cara la pelle. Prossimo round nella mitica Monza, appuntamento sempre più sinonimo di spettacolo e pura passione. A seguire la classifica piloti:1)Carlos Checa 2)Max Biaggi 3)Marco Melandri 4)Jonathan Rea 5)Leon Haslam 6)Leon Camier 7)Jakub Smrz 8)Michel Fabrizio 9)Eugene Laverty 10)Noriyuki Haga 11)Joan Lascorz 12)Troy Corser 13)Tom Sykes 14)Ruben Xaus 15)Ayrton Badovini 16)Sylvain Guintoli 17)Roberto Rolfo 18)Sylvain Guintoli 19)James Toseland

Riccardo Cangini