Prima serata La7: “La passione di Cristo” di Mel Gibson

Un film intenso, e a tratti crudo, che ripercorre la passione e morte di Gesù- In corrispondenza con l’inizio della settimana santa,  la7 abbandona il tradizionale palinsesto settimanale.  Stasera alle 21.10 va in onda, infatti, “La passione di Cristo”, il film di Mel Gibson che racconta le ultime ore di vita di Gesú Cristo.  La pellicula, girata nei suggestivi scenari dei Sassi di Matera, nel 2004, anno dell’uscita cinematografica, fece molto parlare di sè per le scene di forte violenza che vogliono ricreare fedelmente tutta lo strazio subito dal Signore.

Ad aprire il film – che si concentra sulle ultime ore di vita di Gesù, dall’arresto  nell’Orto degli Ulivi fino alla morte in croce e risurrezione, è un versetto del Libro di Isaia, scritto nell’VIII secolo a.C, che la tradizione cristiana applica a Gesù. Fonte di ispirazione per alcune delle scene sono stati i diari di Anna Katharina Emmerick, una mistica tedesc vissuta tra il 1774 e il 1824, e la Mistica città di Dio di Maria di Agreda. Per dare ulteriore veridicità al prodotto, il film si è girato interamente in latino e aramaico (la lingua utilizzata nella Palestina del tempo (anche se in una versione “più moderna” ) con i sottotitoli nelle lingue moderne.

Molte le notizie che girano intorno  questo film. Si dice che due attrici del film, Monica Bellucci e Maia Morgenstern abbiano scoperto di essere incinte proprio durante la lavorazione di questo film. E che il protagonista, l’attore JimCaviezel, fervente cattolico, abbia richiesto l’appoggio spirituale di un prete durante tutta la fase di lavorazione del film. Sicuramente nessuna pellicula nella storia del cinema ha  suscitato tanta aspettativa come “La passione di Cristo”, elogiata e criticata in tutto il mondo in egual misura, senza mai lasciare indifferente nè la critica, né tantomeno il pubblico.

A.P.