Programmi tv, del 18 Aprile 2011

 

Stasera in tv – su Rai1, il quarto ed ultimo appuntamento con la fiction ‘Il commissario Montalbano’, con Luca Zingaretti, con l’episodio ‘La luna di carta’. Alle 23,30 torna il talk show, condotto da Bruno Vespa, ‘Porta a porta’. Su Rai2, la fiction americana ‘Ghost wisperer’, con gli episodi: ‘Una vita rubata’, ‘Il clown’ e ‘ Combinazione letale’. A seguire il film ‘Wake of death’, con Jean Claude Van Damme. La storia di Ben Archer, che vive a Los Angeles, e anni prima ha visto la moglie morire sotto ai suoi occhi, per via delle triadi cinesi.

Rai3 celebra il giorno della liberazione, con lo speciale ‘La grande storia: 25 aprile, la liberazione’. I partigiani, il 25 aprile del 1945, entrano vittoriosi nelle principali città italiane. Questa ricostruzione storica è offerta con materiale audio video inediti. Alle 23,00, Lucia Annunziata torna con ‘Potere’. Tema della serata ‘La magistratura’: Ospiti della giornalista negli studi di via Teulada saranno i magistrati milanesi Pierluigi Davigo e Armando Spataro, oltre al sottosegretario alle Infrastrutture nonché’ ex Ministro della Giustizia Roberto Castelli. Su Rete4, il western di e con Kevin Kostener, ‘Terra di confine – open range’. La storia di quattro cowboy, che conducono le mandrie nelle praterie americane. Si accampano vicino una cittadina oppressa da un ranchero. Alle 23,40 il thriller ‘Nickname – enigmista’.

Su Canale5, la ventisettesima puntata, del reality ‘Grande fratello 11’, condotto da Alessia Marcuzzi, con la partecipazione di Alfonso Signorini. Questa sera ci sarà la finale e si deciderà il vincitore tra Jimmy, Andrea, Margherita e Ferdinando. A seguire ‘Mai dire Grande Fratello’, con la Gialappa’s band. Su Italia1, ‘Ferite mortali’, il film con Steven Segal. A seguire ‘Donator’. Su La7 il capolavoro cinematografico, dalle 21,10, di Mel Gibson ‘La passione di Cristo’. Dalle 23,40, Enrico Mentana, presenta: ‘Speciale la passione di Cristo’, per commentare con ospiti in studio il film e le tematiche trattate in esso.

Tiziana Di Cicco