Tragedia a Lucca: uomo uccide la fidanzata in strada

Cinque colpi di pistola. Un uomo ha ucciso una donna, la fidanzata, attorno alle ore 21 di ieri sera in una strada di Piazza di Brancoli, nel lucchese. Dopo aver compiuto il gesto l’assassino ha subito chiamato la polizia, ma senza confessare di esser stato lui stesso a commettere l’omicidio. La confessione è però arrivata nella notte, alle ore 1, quando l’uomo – fin dall’inizio il principale sospettato – è crollato ed ha ammesso le proprie responsabilità. All’origine della follia ci sarebbero stati, secondo quel che è emerso, dei motivi sentimentali. L’assassino e la vittima avrebbero fissato un appuntamento al quale il primo si sarebbe presentato con una pistola. Alla fine di una lite l’uomo avrebbe estratto l’arma da fuoco e avrebbe ucciso la donna trafiggendola con cinque colpi.

Delitto passionale. Il reo confesso si chiama Igor Paolinelli, ha 40 anni e vive a Lucca. La vittima, una badante 44enne, si chiamava Laura Giannarini ed era originaria di Pieve di Cadore, in provincia di Belluno. Pare che i due avessero una relazione già da diverso tempo, una relazione non priva di problemi e di scenate di gelosia. All’ultimo appuntamento, fatale per la donna, l’uomo si è presentato con una pistola nella tasca e poi ha ucciso la fidanzata sparandole. Paolinelli, disoccupato e incensurato, ha ammesso la sua colpevolezza nel corso di un interrogatorio ed è stato immediatamente portato in carcere.

Gianluca Bartalucci