Spina dorsale sistema logistico Ue, via a fase realizzativa di Tunnel Brennero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48

“Il Tunnel del Brennero è una parte importantissima della spina dorsale del sistema logistico europeo”. Ad affermarlo è il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, intervenuto alla cerimonia per l’avvio della realizzazione della galleria. Il tunnel, i cui lavori termineranno nel 2025, sarà lungo 55 chilometri e costerà complessivamente oltre 8 miliardi di euro. Collegherà Innsbruck a Fortezza, ossia l’Austria all’Italia, e risulterà il più lungo tunnel ferroviario del mondo dopo la Galleria di base del San Gottardo (57 km), attualmente in costruzione.

Il progetto. Il ministro ha voluto, inoltre, mettere in evidenza quanto sia importante l’opera in questione, non solo per l’economia comunitaria ma anche per la tutela dell’ambiente. “Sono, infatti, oltre 1,6 milioni – ha ricordato Matteoli – i mezzi pesanti che ogni anno passano per il Brennero”. Lo stesso ministro ha, altresì, ribadito il fatto che l’attenzione data finora dall’Italia per la realizzazione del cunicolo pilota, in fase di costruzione, sarà garantita anche per la realizzazione del tunnel vero e proprio. “Il segreto di questa grande opera – ha osservato l’ad di Fs, Mauro Moretti – è il forte impegno delle istituzioni locali che dall’inizio hanno creduto in questo progetto. E’, infatti, difficile – ha aggiunto – trovare in Europa un’opera come questa che gode di tale consenso”. Sulla stessa lunghezza d’onda il governatore altoatesino, Luis Durnwalder, che ha anche evidenziato l’importanza della costruzione delle tratte d’accesso in contemporanea con la realizzazione del tunnel. “Il finanziamento del tratto tra Ponte Gardena e Fortezza – ha spiegato – è già garantito”. L’opera, di assoluta priorità per l’Europa, gode del finanziamento Ue più alto mai concesso.

Mauro Sedda