Andrea De Carlo diventa musicista per il suo “Leielui”

Andrea De Carlo presenterà oggi 19 aprile alle 20,30 presso il Palazzo Rosso di Genova una terza e speciale edizione del suo ultimo romanzo uscito in autunno per Bompiani, Leielui, curata stavolta Margherita Rubino. Alla presentazione la Rubino introdurrà “Un libro, una storia” mentre l’autore accompagnerà alcune letture dell’opera con delle sue musiche, suonando chitarra e mandolino. Questa speciale occasione di connubio fra musica e letteratura sarà impreziosita dal contributo di Maria Grazia Branca al contrabbasso, Eilis Cranitch al violino e Maurizio Cassinelli alle percussioni.

Leielui è la storia di un incontro-scontro fra lo scrittore Daniel Deserti autore del best-seller “Lo sguardo della lepre” e Clare Moletto, americana trapiantata in Italia che lavora come centralinista per una società di assicurazioni. Tutto parte per l’appunto da un incidente d’auto che coinvolge Daniel, Clare e Stefano, il fidanzato di quest’ultima. Da questo momento in poi le vite dei due protagonisti finiscono per cambiare radicalmente. Il successo letterario di lui rivela in superficie le fratture profonde della sua celata insoddisfazione, le finte sicurezze di lei si sgretolano con efficacia disarmante. Con un’inedita narrazione alterna, De Carlo di capitolo in capitolo sceglie di far parlare entrambi i personaggi, offrendo così un doppio punto di vista che approfondisce le emozioni, le sensazioni ed i momenti di questa storia fatta di avvicinamenti e rincorse, unioni e fughe fra Milano, la costa ligure e Vancouver. “Volevo raccontare le ragioni, i dubbi, le contraddizioni profonde che una donna e un uomo di oggi si trovano a fronteggiare quando gli capita di innamorarsi davvero – dice l’autore -. La scommessa era parlarne nel modo più onesto possibile, e dare ai due protagonisti, donna e uomo, lo stesso peso. Così a capitoli alterni la storia è raccontata dal punto di vista di lei e di lui: la prospettiva cambia, e cambiano le percezioni, i sentimenti in gioco, i pensieri, le domande senza risposta. Credo che per una lettrice o un lettore sia quasi inevitabile identificarsi in uno dei due personaggi, e che questo possa suscitare in certi casi una strana alternanza di partecipazione e rabbia. A me è successo, con lei e con lui.

Andrea De Carlo esordì con il romanzo Treno di panna nel 1981, con il benestare di un editor d’eccezione, Italo Calvino. Fra i suoi libri più letti e tradotti in diverse lingue in tutto il mondo si ricordano il celebre Due di due (1989), storia di un’appassionata amicizia fra Mario e Guido, Tecniche di seduzione (1991) e i più recenti Mare delle verità (2006) e Durante (2008).

Andrea Camillo