Elezioni, Milano: Preoccupazione nel Pdl per gli ultimi sondaggi sulla Moratti

Milano – Gli ultimi sondaggi sulle elezioni milanesi creano forte allarme nel Pdl. A lanciarlo è il Ministro La Russa che precisa: “Basterebbe pensare
ai voti che non arriveranno da Udc e Fli
“. Poi ci sono i manifesti anti pm.

Elezioni amministrative – Cresce la paura nel Pdl di non riuscire a far eleggere nuovamente il sindaco Moratti, almeno al primo turno.
Lei pensa ancora di vincere al primo turno, ma se lo sogna. Basta prendere i voti delle precedenti elezioni e sottrarre quelli dell’Udc e del Fli: basta un 5 per cento in meno e si è già sotto il 50”, sottolinea il Ministro La Russa.
E sale la preoccupazione, visto che secondo gli ultimi sondaggi la Moratti sarebbe sotto il 42% dei consensi.
Ma manco ancora un mese e tutto può succedere, innanzitutto si teme una fuga di voti moderati dopo lo scandalo dei manifesti con la scritta ‘Via le Br dalle Procure’ ideati da Roberto Lassini, che risulta ancora candidato nella lista di Moratti.
Questo è il motivo per cui gli è stato chiesto dai vertici del partito di fare un passo indietro perché la sua candidatura porterebbe via voti all’intera lista.
La sua risposta è stata negativa, non cede e ha già confermato la sua candidatura.

Il sondaggio –I sondaggi Euromedia sono veri, ma sono realizzati su un campione molto limitato e per fasce di età. L’unico dato certo attualmente è sul gradimento della Moratti al 48 per cento senza un rapporto con gli altri candidati. Senza contare che c’è ancora un 15 per cento di elettori del centrodestra che continua a non avere intenzione di recarsi ai seggi”, precisa un dirigente del Pdl.
Il sondaggio Euromedia infatti assegna al sindaco più voti di quanti attribuisce al Pdl (33,9 per cento), alla Lega (13) e alla lista civica del sindaco (1,8) messi insieme. La loro somma non arriva però al 50 per cento.
Il 7 maggio Berlusconi chiuderà la campagna elettorale al Castello Sforzesco e la Moratti ha chiesto anche la presenza di Bossi, er mostrare una compattezza maggiore. Il candidato sindaco del centrosinistra Giuliano Pisapia è convinto “che Berlusconi cerchi la rissa perché Letizia Moratti è in caduta libera”.
Mentre Manfredi Palmeri, candidato del Terzo Polo “sono in molti anche nel Pdl a leggere negli autosondaggi della Moratti più una prova di debolezza che di forza”.

 Matteo Oliviero