F1, Montezemolo: “Mi aspetto miglioramenti in tempi brevi”

F1, Montezemolo impaziente – Dopo aver lasciato parlare piloti e tecnici, anche il presidente Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ha voluto commentare quanto successo nell’ultimo Gp in Cina, non nascondendo assolutamente disappunto ed un velo di rabbia. Questo 2011 doveva essere l’anno del riscatto per il cavallino ed invece si sta trasformando in una annata persino peggiore di quella appena trascorsa. Una mezza disfatta che gli uomini in rosso stanno cercando in tutti i modi di evitare, ed è proprio questo che Montezemolo ora vuole: “Mi aspetto che i nostri tecnici agiscano con determinazione e sappiano tirare fuori il massimo delle loro capacità per migliorare la prestazione della macchina in tempi brevi

Tornare davanti – Una frase che certamente mette d’accordo tutti i tifosi di Maranello. Recuperare quanto più terreno possibile, tornando nel gruppetto dei migliori e lottando alla pari per il gradino più alto del podio “E’ un momento molto delicato, ma questo non può e non deve essere il livello della scuderia.Voglio la Ferrari là dove tutti noi ed i nostri tifosi vogliamo che siaPoche frasi dirette e coincise. Terminare già dal prossimo appuntamento in Turchia questa brutta parentesi, diminuendo per quanto possibile il divario di punti in classifica col il chiaro obbiettivo del titolo mondiale. Purtroppo però Red Bull e Mclaren sono avversari molto ostici e di certo non staranno a guardare in questi quindici giorni di pausa.

Domenicali cauto – Inoltre il team manager Stefano Domenicali ammette che il vero grande passo in avanti avverrà piano piano, un tassello alla volta e senza la singola trovata che possa riparare quanto di sbagliato ora c’è: “Mi aspetto un grande passo in avanti dai ragazzi, dagli ingegneri e tutti gli altri. Ma so che non è un lavoro a breve termine. Non mi aspetto un miracolo per la Turchia perché penso ci vorrà più tempo, ma vogliamo e dobbiamo riuscirci.” Solo in pista potremo capire se qualcosa cambierà in meglio oppure toccherà ancora soffrire, segnando però negativamente questa stagione e forse interrompendo già tutti quei sogni nati e cresciuti nei test invernali. Si è appesi davvero ad un filo, un passo falso e si piomberà nell’oscurità.

Riccardo Cangini