Guerra tra giganti, Apple accusa Samsung: Copiano iPhone e iPad

Non solo la consueta sfida commerciale nel settore della telefonia mobile, tra la Apple e la Samsung si sta scatenando una vera e propria battaglia legale, con la casa di Cupertino che ha deciso di citare il competitor sudcoreano, accusandolo di aver copiato il “look and feel” dei gioielli di casa Jobs, ossia l’iPhone e l’iPad, applicato ai dispositivi Galaxy S 4G e Galaxy Tab.

Botta e risposta. <<Invece di innovare e sviluppare una propria tecnologia e uno stile unico – spiegano dalla Mela – Samsung, per i suoi smartphone e tablet, ha scelto di copiare la tecnologia, l’interfaccia utente e lo stile innovativo di Apple. Non è una sorpresa – prosegue la nota – che gli ultimi prodotti di Samsung assomiglino ad iPad e iPhone, dalla forma dell’hardware, all’interfaccia utente, fino alla confezione. Questo tipo di copia spudorata è sbagliato e noi dobbiamo proteggere la proprietà intellettuale di Apple quando le altre aziende ci rubano le idee>>. Non si è fatta di certo attendere la replica di Samsung: <<Lo sviluppo di tecnologie fondamentali e l’aumento del portafoglio di proprietà intellettuali di Samsung sono le chiavi del nostro continuo successo – affermano dalla multinazionale -. Samsung risponderà attivamente a quest’azione legale prendendo tutte le misure necessarie a proteggere le sue proprietà intellettuali>>.

Scontro e collaborazione. La somiglianza, dal punto di vista del design e dell’interfaccia grafica, esistente tra Samsung Galaxy S e iPhone 3G/3GS non rappresenta una novità. Tutto ciò non è passato inosservato né agli appassionati né tantomeno agli esperti del settore e, come riportato anche dal Wall Street Journal, nemmeno ad Apple “è sfuggito questo particolare”. Ciò che, invece, sorprende e rende ancora più complicata la vicenda è il fatto che lo scontro legale in questione interessa due società che lavorano ‘in accordo’. E’ interessante, infatti, ricordare che Samsung fornisce ad Apple la fabbrica dove vengono realizzati i processori per quasi tutti i dispositivi della Mela: iPhone 4, Pod touch e iPad. Lo stesso colosso sudcoreano produce, inoltre, memorie Flash e dischi SSD per MacBook Air. Difficile ed intrigante, dunque, capire quanto, e in che modo, gli ultimi sviluppi della vicenda possano alterare una partnership ormai consolidata.
Chi vivrà saprà.

Mauro Sedda