Lampedusa, arriva barcone con 760 migranti

760 tutti assieme, un record. Ci sono anche decine di donne e di bambini in mezzo ai 760 migranti che sono approdati a Lampedusa attorno alle 14.30 di questo pomeriggio. Il gruppo di immigrati, forse il più numeroso a essere arrivato sull’isola in una volta sola, ha attraversato il Mediterraneo su una barca vecchia e precaria. Una volta individuato, il natante è stato soccorso a 40 miglia dalla costa e poi scortato fino al porto dalle motovedette della Guardia costiera. Gli immigranti arrivano dai Paesi dell’Africa sub sahariana e iniziato la loro traversata partendo da un porto libico, probabilmente da Zwara.

Frattini incolpa Gheddafi. Secondo una prima stima i migranti arrivati nel pomeriggio dovevano essere poco più di 300, ma poi ci si è accorti che la barca, un peschereccio, ne ospitava il doppio. Il ministro Frattini, intervenuto presso la commissione Affari esteri della Camera, crede che dietro all’arrivo degli immigrati possa esserci una ritorsione di Gheddafi. “Il regime di Gheddafi, così come aveva minacciato”, ha detto il Ministro, “sta cominciando da quel porto [di Zwara] ad organizzare il traffico di esseri umani”. La mossa del leader libico sarebbe così una sorta di reazione all’intervento bellico in Libia da parte dell’Italia e della comunità internazionale.

Gianluca Bartalucci