Uomini e Donne: Karim Capuano ancora grave, ha salvato la vita all’amico

Le condizioni di Karim Capuano, l’ex tronista di Uomini e Donne che qualche giorno fa subì un grave incidente d’auto, sono ancora preoccupanti. E’ quel che fa sapere la sorella di Karim, Paola Capuano, attraverso un collegamento telefonico durante la trasmissione di Barbara D’Urso, Pomeriggio Cinque. “Le condizioni non sono buone. Non è ancora fuori pericolo. Non risponde ancora agli stimoli che i medici gli provocano. … Nessuno si esprime, bisogna solo attendere, a problemi con la pressione al cervello, nessuno ci sa dire quello che accadrà. Ha delle costole rotte e un ematoma nel polmone, infatti è intubato perché non riesce a respirare naturalmente”, sono state le notizie dettagliate della sorella di Karim.

Paola Capuano è intervenuta alla trasmissione di Barbara D’Urso soprattutto per contestare tutte le cattiverie e gli insulti che negli ultimi giorni vengono rivolti a Karim: “Volevo fare un appello agli addetti ai lavori, di non essere sempre cattivi nei confronti di mio fratello, perché devono anche pensare che c’è una famiglia che sta soffrendo tantissimo, e sentire tante cattiverie, anche cose non vere, non è bello”.

Ma il giovane trentacinquenne ha dalla sua parte anche fan e amici che in questo momento non giudicano ma sperano in una sua veloce e completa ripresa.

A Pomeriggio Cinque parla anche Remo Angeloni, l’amico fotografo che in quel maledetto giorno dell’incidente sedeva accanto a lui nella Smart e racconta che se lui è vivo è proprio grazie a Karim che nel momento dell’impatto gli ha fatto da scudo.  E Remo precisa anche che Karim non era ubriaco ma aveva preso solo un preparato a base alcoolica per un abbassamento di voce “non è vero che era ubriaco, l’unica cosa alcoolica che abbiamo bevuto un quarto d’ora prima dell’incidente è un aperitivo in un bar, stavamo perfettamente lucidi. Un augurio glielo faccio ogni momento che ci penso –conclude Remo, ancora ricoverato all’ospedale San Camillo – mi aspetto che qualcuno mi telefona e mi dice scendi, sbrigati che si è svegliato”.

Caterina Cariello