Beatificazione Wojtyla, scoperte truffe a Roma

Controlli da parte della Questura. Ventidue licenze sospese, sei attività chiuse e un totale di 300 mila euro di multe. Sono questi i risultati dei controlli che in questi giorni la questura di Roma ha effettuato tra le strutture di accoglienza turisti disseminate nella Capitale. Il giorno della beatificazione di Giovanni Paolo II si sta infatti avvicinando a grandi passi, e gli alberghi della città sono letteralmente invasi da prenotazioni. Stando agli accertamenti portati a termine, diversi gestori hanno approfittato dell’occasione per gonfiare i prezzi o per sistemare i turisti all’interno di strutture non a norma o del tutto abusive.

Sconti sospetti. L’azione della Questura – partita da ricerche via web – si è indirizzata specialmente verso quelle strutture che offrivano camere o letti a prezzi incredibilmente vantaggiosi, così bassi da non poter non destare sospetti: dietro a molte di queste offerte, si è poi scoperto, si nascondevano delle vere e proprie truffe per i turisti in arrivo nella Capitale in occasione della beatificazione di Wojtyla. Le zone più controllate sono state, in particolare, quelle più vicine al Vaticano e quelle che si trovano nei dintorni della Stazione Termini. Il numero delle strutture ispezionate supera le 60 unità. Si tratta soprattutto di b&b, affittacamere e ostelli.

Gianluca Bartalucci