Calciomercato Lazio: Tare vuole Cana

Calciomercato Lazio – La Lazio è già al lavoro per puntellare la squadra in vista della prossima stagione. Certo, in molti casi si tratta solo di sondaggi, poichè prima di sapere con certezza se si parteciperà alla prossima Champions League è difficile fare previsioni. C’è però un obbiettivo che non viene nascosto dalla dirigenza biancoceleste: si tratta di Lorik Cana, centrocampista albanese del Galatasaray. Grande amico di Tare, è proprio il Ds laziale ad aver espresso parole di elogio per il giocatore, che ha alcune richieste dalla Premier League, ma darebbe priorità alla squadra capitolina. Nel frattempo è stato osservato anche Lulic, esterno mancino dello Young Boys.

Combattente – Tare, come si evince dalle parole riportate dal Corriere dello Sport, ha grande stima per Cana: “Ho consigliato a Lorik di venire alla Lazio, questa è l’occasione più importante della sua carriera. E’ uno dei centrocampisti più forti nel combattere a centrocampo. Anche il Galatasaray è un club importante, ma nella Serie A italiana avrebbe un altro tipo di visibilità”. Per l’albanese il club turco chiede 8 milioni di euro, Lotito non sembra disposto a salire oltre i 6. Certo è che se il giocatore dovesse esprimere apertamente la sua voglia di trasferirsi alla Lazio, la dirigenza del Galatasaray potrebbe far poco per trattenerlo. Cana viene visto come l’innesto ideale in un centrocampo che pecca un po’ in prestanza fisica a fronte di una grandissima qualità tecnica.

Corsia sinistra – Brutta notizia per i tifosi laziali, che non potranno rivedere in campo il rumeno Radu prima della prossima stagione, a causa di una frattura dell’apofisi trasversa della seconda e terza vertebra lombare. Radu ha interpretato molto bene per tutta la stagione il ruolo di terzino sinistro, pur essendo un difensore centrale. Per l’anno prossimo si cerca un esterno puro e l’opzione Ziegler sembra aver subito dei rallentamenti. Il nuovo nome sul taccuino di Tare è Lulic, laterale dello Young Boys. Il bosniaco è stato oggetto di analisi durante il match fra Bosnia e Romania e il prezzo, 3,5 milioni, appare abbordabile.

Alberto Ducci