Giorgio de Chirico protagonista delle aste milanesi da Christie’s

Duecento opere d’arte moderna e contemporanea italiana saranno al centro delle aste milanesi che si terranno da Christie’s il 24 e il 25 maggio prossimo a Palazzo Clerici. Protagonista indiscusso un importante dipinto di Giorgio de Chirico, “Ruines etranges” (Contemplatori di rovine) del 1932-1934, che partirà con una stima iniziale che si aggira tra i 400.000-600.000 euro. Esposto per la prima volta al pubblico nel 1934 in una mostra personale presso la galleria Billiet-Pierre Vorms di Parigi, il quadro in una perfetta armonia compositiva racchiude le riflessioni del primo periodo metafisico di de Chirico, sebbene maturate dallo spirito surrealista che l’artista assorbe durante la lunga permanenza parigina. Un’opera di grande bellezza e rilevanza storica che per la prima volta arriva all’asta, proveniente da una prestigiosa collezione privata italiana.

Molto ricco il catalogo delle vendite con capolavori dei principali maestri italiani del Novecento, da Lucio Fontana a Giuseppe Capogrossi, da Michelangelo Pistoletto a Enrico Castellani e Gino De Dominicis, che si sfideranno a colpi di rialzo.

Valentina De Simone