Tremonti: Alemanno difende il ministro ‘socialista’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:33

Solidarietà al ministro dell’Economia. ”Credo sia doveroso esprimere piena solidarietà al ministro Giulio Tremonti“. Anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dichiara di stare dalla parte del ministro dell’Economia, accusato dal collega Galan di essere un “socialista” che “entrò in Parlamento con il Patto Segni e i voti del centrosinistra” e che ora rischia di far perdere le elezioni al centrodestra. “Tante volte mi è capitato, a me come a molti altri uomini di Governo o amministratori, di avere confronti duri e serrati con il ministro dell’Economia su problemi economici e finanziari. Ma – spiega Alemanno – ogni qualvolta i problemi sono stati posti in maniera seria e realistica, una soluzione alla fine è stata trovata, come nel caso del reintegro del Fus, operato attraverso il decreto Milleproroghe”.

Una risorsa per il nostro Paese. In realtà, aggiunge il primo cittadino capitolino, ”Giulio Tremonti, per la sua competenza tecnica, per il suo senso politico e per la sua immagine internazionale, è una risorsa per il nostro Paese. Sono convinto che, con la regia del presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, e del sottosegretario, Gianni Letta, ogni dissidio potrà essere superato. In un momento così difficile serve unità e compattezza, oltre a una guida salda al timone dell’economia nazionale”.

Camusso: Maggioranza non ha nulla di sociale. Nella polemica tutta interna al centrodestra interviene anche il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, che rispondendo alle domande dei giornalisti a Trieste a margine di un appuntamento dell’organizzazione sindacale, dichiara: “Mi pare inutile dare etichette. Mi pare che siano tutti in una maggioranza politica che di sociale non ha nulla“.

R. E.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!