23 aprile: Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore

Oggi 23 aprile di festeggia la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Si tratta di una ricorrenza stabilita dall’UNESCO e la scelta è ricaduta proprio su questa data poiché in questo giorno morirono, nel 1616, due grandi pilastri della letteratura e della cultura mondiale come William Shakespeare e Miguel De Cervantes, oltre che El Inca Garcilaso de la Vega.

La Giornata è patrocinata dall’UNESCO e a partire dal 1996 ed ogni anno viene festeggiata con manifestazioni ed eventi in tutto il mondo. Viene promossa la lettura dei libri ma anche il valore della produzione intellettuale in generale, assieme al diritto d’autore e al copyright. Oltre che ricollegarsi alla morte di Shakespeare, Cervantes e de la Vega – in realtà la morte di questi ultimi due risale al 23 aprile per il calendario gregoriano, mentre la morte del drammaturgo inglese è riferita al calendario giuliano – la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore segue anche un’antica tradizione catalana di cui si fece recentemente promotore lo scrittore ed editore Vincent Clavel Andrés, grazie al quale il re Alfonso XIII promulgò nel 1926 un decreto regio con cui il 7 ottobre divenne la Giornata del libro Spagnolo. La data fu successivamente sposata al 23 aprile e non a caso, essendo infatti questo il giorno di San Giorgio, patrono della Catalogna. Nel medioevo ogni 23 aprile in occasione di questa importante festa patronale gli uomini regalavano ognuno una rosa alla propria donna; i librai hanno proseguito questa usanza regalando ai propri clienti una rosa per ogni libro acquistato il 23 aprile. Per questo motivo questa ricorrenza è ancora oggi nota anche come Giornata del libro e delle rose.

Andrea Camillo