Pagelle Inter-Lazio: Sneijder e Zarate sono tornati


Pagelle Inter-Lazio – I nerazzurri superano in rimonta con grinta e orgoglio e in inferiorità numerica la Lazio e si riappropriano del secondo posto in classifica. Gli uomini di Leo partono male e vanno sotto al 24′ grazie a un rigore procurato e trasformato da Zarate falciato in area da Julio Cesar espulso. Ma, con l’uomo in meno si rivede la vecchia Inter, che reagisce e pareggia al 40′ grazie a una splendida punizione di Sneijder. All’ 8′ della ripresa Eto’o approfitta di uno scivolone di Biava, si invola verso la porta avversaria, salta Muslera e mette in rete per il definitivo 2-1. La Lazio ci prova e va vicina al gol in almeno tre occasioni, la più nitida è la traversa colpita da Kozak. Anche i biancocelesti però rimangono in dieci: al 21′ viene espulso Mauri per un fallo di reazione su Nagatomo. Nel finale è poi l’Inter a sfiorare il 3-1 in contropiede in due circostanze con Maicon ed Eto’o. Per i nerazzurri arriva così l’undicesima vittoria consecutiva in campionato tra le mura amiche. E Leo può tornare a sorridere e forse a iniziarea pensare alla prossima stagione.

Pagelle Inter – Sneijder 7: riecco l’olandese dei bei tempi andati, quello che prende in mano la squadra e la incita a reagire, che lotta, che non molla mai e mette la sua qualità al servizio dei compagni. Senza dimenticare la splendida esecuzione da maestro dei calci piazzati che vale il momentaneo 1-1. Nagatomo 7; Eto’o 7; Zanetti 7; Maicon 6,5; Ranocchia 6,5; Cambiasso 6,5; Mariga 6; Lucio 6; Castellazzi 6; Stankovic 6; Milito 5,5; Julio Cesar 4: goffo l’intervento su Zarate che gli costa l’espulsione penalizzando i suoi per tutto l’incontro. Per sua fortuna i compagni reagiscono e non fanno pesare in alcun modo l’inferiorità numerica.

Pagelle Lazio – Zarate 7: continua il grande momento di forma per Maurito che provoca e trasforma il rigore del momentaneo 1-0 e poi sfoggia un grande assist di petto per Kozak che però prende solo la traversa. Lichtsteinter 6; Ledesma 6; Dias 6; Garrido 6; Kozak 6; Brocchi 6; Muslera 6; Floccari 5,5; Bresciano 5,5; Hernanes 5,5; Mauri 5; Biava 5: il perfido campo del Meazza lo inganna e gli fa commettere l’unico ma determinante errore della sua partita, un errore che regala i tre punti a una diretta contendente per la Champions League.

Miro Santoro