Serie A, Cagliari-Fiorentina 1-2: due gol di Cerci stendono il Cagliari

Cagliari-Fiorentina 1-2 – La sfida tra sardi e toscani termina con il successo della Fiorentina, corsara a Cagliari, con il punteggio di 1-2. Una doppietta di Alessio Cerci, la prima in serie A, manda al tappeto un Cagliari volenteroso ma poco convinto dei propri mezzi che una volta sotto nel punteggio per 0-1 ha prima riacciuffato il pari nel primo minuto della ripresa con un siluro di Cossu, poi ha subito il secondo sigillo di Cerci che ha posto fine all’incontro.

Nulla in palio – In una partita che non vale nulla, alla Fiorentina riesce il sorpasso in classifica ai dani del Cagliari. Le due formazioni si affrontano con uno speculare 4-3-2-1: da una parte è Acquafresca il riferimento offensivo con Lazzari e Cossu ad ispirarlo, dall’altra Mutu e Cerci assistono Gilardino. Per i viola defezione a causa di un affaticamento per Vargas, al suo posto Donadel. In avvio la partita è soporifera. Le due squadre, che hanno disputato un campionato appena sufficiente ma anonimo, non hanno nulla da chiedere alla classifica e in campo ciò si nota. Un primo tempo avaro di emozioni conferma le aspettative dei più.

Ci pensa Cerci – Ma proprio quando le due squadre sembrano destinate a tornare negli spogliatoi avendo partorito uno 0-0 scritto, una zampata di Cerci, come un fulmine a ciel sereno, squarcia il clima sonnolento al Sant’Elia e porta la Fiorentina in vantaggio. Nei minuti di recupero del primo tempo Cerci è bravo a girarsi e a infilare Agazzi nell’angolino alla sua destra. Nel secondo tempo le due compagini sembrano animate da un altro spirito, più combattivo e determinato, lo dimostra il fatto che a pochi secondi dall’inizio della ripresa Cossu indovina il sinistro dal limite dell’area e insacca alla sinistra di un incolpevole Boruc. Ma la viola non ci sta, e nel giro di pochi minuti riacciuffa il vantaggio, nuovamente con Cerci, alla sua prima doppietta in serie A. Il Cagliari però non si arrende e, sebbene non ci siano punti pesanti in palio, si proietta in avanti con orgoglio. Neanche i cambi effettuati da Donadoni, fuori Conti e Lazzari, dentro Missiroli e Ragatzu, cambiano l’inerzia del match. I 3 punti vanno alla Fiorentina che opera un bel sorpasso nei confronti del Cagliari. Ma non cambiano la sostanza del suo campionato calcisticamente scialbo.

Rosario Amico