Calciomercato Napoli: il rinnovo di Cavani si farà

Calciomercato Napoli – Aveva destato qualche fastidio nell’ambiente napoletano la richiesta di rinnovo, ovviamente al rialzo, portata dall’entourage di Cavani alla dirigenza della società. Appariva infatti un po’ eccessivo un adeguamento dopo solo un anno, seppur strepitoso, e anche il presidente De Laurentiis era sembrato infastidito. A tutto questo va aggiunta poi l’ipotesi, probabilmente fatta girare ad arte, di un passaggio dell’uruguagio sotto l’ala protettrice di Mino Raiola, il procuratore forse più abile nello strappare contratti milionari ai club dei propri assistiti. Smentita quest’ultima evenienza, il contratto nuovo si farà: è quanto afferma Gianluca Di Marzio, esperto di mercato, a Sky Sport 24.

Indispensabile – Se è vero che Cavani indossa la maglia azzurra da poco tempo, è anche vero che si è da subito dimostrato indispensabile in questa squadra, al pari di Lavezzi e Hamsik. Da questo punto di vista, il giocatore può tenere il coltello dalla parte del manico: De Laurentiis difficilmente potrà fare a meno del “Matador, soprattutto se arriverà la qualificazione alla prossima Champions League. Gianluca di Marzio, a Sky Sport 24, ha dichiarato: “Io credo comunque che andrà in porto positivamente: non si tratta solo di un accordo economico, sull’ingaggio del giocatore, ma anche del tipo di contratto da porre in essere. E’ molto probabile infatti che venga inserita al suo interno una clausola rescissoria per evitare malintesi futuri

Ritocco – Si profila quindi un contratto sul modello spagnolo, dove la clausola rescissoria è regola e consuetudine. Oltre al tipo di contratto, l’adeguamento riguarderà ovviamente anche l’ingaggio: sarà di circa un milione di euro l’aumento che verrà corrisposto dal Napoli, portando così Cavani a guadagnare circa 3 milioni l’anno. Sin qui nulla di male, soprattutto se si pensa ai contratti dei grandi giocatori dei top club, ma ci sono possibili conseguenze che non vanno sottovalutate: dopo Cavani, il gioco al rialzo potrebbe coinvolgere gli altri big partenopei che con tutta probabilità non riterranno di meritare un ingaggio di molto inferiore al compagno. Che De Laurentiis ci pensi, perchè uno dei suoi più grandi vanti, il bilancio in attivo, può essere messo in forte dubbio.

Alberto Ducci