Creme solari, il sole di primavera rischioso come quello di agosto

Aprile come agosto. Attenzione al sole di aprile, la sua intensità è equivalente a quella dell’estate. In più l’aggravante è che si espone una pelle non ancora preparata, ed è necessario seguire una gradualità nell’esposizione per consentire alla pelle un adattamento progressivo. Nelle prossime settimane saranno molti a tornare al lavoro e a scuola con i segni di una scottatura solare, dopo un weekend al mare, in campagna o semplicemente per le vie della città. Con il caldo improvviso di questi giorni, un “solleone” di primavera aumentano infatti i rischi per la pelle. “Siamo ancora poco preparati. Per molti italiani l’acquisto della crema solare coincide con le vacanze. E intanto ci scopriamo troppo e ci esponiamo per troppo tempo al sole”, spiega Ornella De Pità, presidente dell’Associazione dei dermatologi ospedalieri (Adoi).
Rischi per la pelle. Rischi da non sottovalutare, avverte De Pità, “perché la pelle non dimentica” e una scottatura si paga in termini di salute, invecchiamento del derma e rischi melanoma. “Crema solare ad alta protezione (50), occhiali da sole e cappello – continua – sono indispensabili”. E anche se ancora non c’è  il vero e proprio solleone e non si fa il bagno (temerari a parte), resta valida l’indicazione di evitare le ore centrali della giornata. “Ma la protezione – raccomanda l’esperta – è necessaria anche in campagna ed in città”, con una particolare attenzione “per i bambini, che hanno la pelle molto delicata, per gli anziani e per chi ha una carnagione particolarmente chiara”.
Quest’estate precoce è particolarmente fastidiosa, inoltre, per quel 30% di italiani che soffre di allergie e che vive sulla pelle “i disagi della primavera (con possibili dermatiti) e quelli dell’estate (con il rischio scottature)”. Infine, per le donne che usano cosmetici è arrivato il momento di ricorrere a prodotti più “estivi”, creme da giorno, fondotinta e altro, che “abbiano fattori di protezione solari”, conclude De Pità.

Come scegliere le creme solari. Le creme solari sono uno dei prodotti cosmetici necessari per proteggere adeguatamente la nostra pelle dall’azione nociva dei raggi ultraviolettiUV-B (quelli che provocano scottature ed eritemi), ma soprattutto dai più dannosi raggi UV-A, che penetrano nello strato profondo del derma, danneggiandolo in modo irreversibile. Per questo motivo, esistono le creme con i filtri solari, che agiscono a specchio, rifrangendo il raggio UV, e con un fattore di protezione la cui numerazione ci indica quanto tempo possiamo trascorrere sotto al solleone prima di scottarci.

Adriana Ruggeri