Il lavoro rende liberi: scritta antisemita compare a Roma

Work will make you free. Una scritta dal significato simile a quella che si trova all’ingresso del campo di concentramento di Auschwitz (‘Arbeit macht frei’) è stata trovata questa mattina a Roma all’interno del quartiere Pigneto. Si tratta di un’insegna realizzata anch’essa in metallo – proprio come quella all’entrata del lager – che è stata collocata su un ponte pedonale che collega Circonvallazione Casilino al quartiere Pigneto. La scritta riporta la frase ‘Work will make you free’ (‘Il lavoro rende liberi’), utilizza la medesima grafica dell’insegna di Auschwitz ed è lunga ben 4 metri. L’oggetto dello scandalo è stato prontamente rimosso dalla polizia. Sul fatto sta al momento indagando la Digos.

La reazione di Alemanno. “E’ davvero una vergogna ed è gravissimo che ci siano state persone che abbiano composto una scritta antisemita, in ferro battuto e addossata contro un muro”, ha affermato il sindaco della Capitale Gianni Alemanno. “Si tratta di un fatto veramente grave”, ha continuato il primo cittadino, “e mi auguro che si trovino subito i responsabili. Ovviamente noi ci siamo messi immediatamente all’opera per rimuovere questa infamia”. Il sindaco ha avuto modo di rilasciare queste dichiarazioni dopo la celebrazione della ‘Festa della Liberazione’ che si è svolta all’Altare della Patria e alla quale ha presenziato anche il presidente Napolitano. Un fatto simile a quello di Roma è accaduto a Milano, dove una croce celtica – accanto al simbolo di Forza Nuova – è stata trovata sul tricolore ai piedi del monumento in memoria dei caduti della Resistenza (in piazza Costantino).

Gianluca Bartalucci