Le scarpe più estrose della stagione primavera-estate 2011

Spesso e volentieri la moda non è solamente un ambito all’interno del quale è possibile reinventarsi durante ogni stagione o scegliere un tipo di abbigliamento che rispecchi la nostra essenza; a volte il mondo del fashion diventa un luogo all’interno del quale gli stilisti possono sfoggiare il proprio estro, così come farebbe un artista con la propria tela. Non si può dire che quest’anno gli “addetti ai lavori” si siano risparmiati per quanto riguarda il meraviglioso mondo delle calzature.

In cima alla classifica delle “creazioni” più fantasiose troviamo, probabilmente, i coloratissimi mocassini della Timberland in edizione limitata che, come altre volte è accaduto nel mondo della moda, sono un prodotto direttamente riconducibile al 10 Corso Como, uno store la cui capacità creativa è celebre nel mondo del fashion. Disponibile anche in una versione da uomo, tale mocassino è super colorato e decisamente divertente: riuscite a immaginare qualcosa di più comodo, fresco e trendy da indossare durante la bella stagione?

Anche Christian Louboutin ha deciso di non risparmiarsi affatto per quanto riguarda l’uso delle nuance prorompenti: gli ankle boot che ha deciso di proporre sono decisamente particolari, oltre che coloratissimi. Il nome di tali scarpe, sicuramente meno comode dei mocassini firmati Timberland ma decisamente più affascinanti, è “Futura”. Christian Louboutin sembra continuare ad aver voglia di stupire le proprie affezionatissime acquirenti, che sicuramente avranno seguito il proprio beniamino anche durante la vita privata, all’interno della quale, ultimamente, si è ritrovato nella brutta situazione di chi nota un particolare tipico delle proprie scarpe nelle scarpe di qualcun altro. La notizia dei trascorsi riguardanti la suola delle scarpe scarlatta che Yves Saint Laurent avrebbe “rubato” al celebre collega, è quanto mai recente. Soddisfatte delle coloratissime proposte di questa primavera? Anche le scarpe che andranno di moda durante la prossima stagione autunnale ed invernale non sembrano essere niente male.

Martina Cesaretti