Malaria: artesunato e zanzariere per combatterla

Malaria. La malaria è la terza causa di mortalità tra i bambini e in Africa causa circa un sesto di tutte le morti infantili. Per la cura della malattia, portata dalle zanzare e causata da un parassita, sembrano aprirsi nuove porte. L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha pubblicato la revisione delle linee guida nella cura della malattia che nei casi gravi prevedeva l’utilizzo della chinina, raccomandando l’uso dei derivati della pianta artemisia, in particolare dell’artesunato. L’organizzazione non governativa Medici senza frontiere ha calcolato che questo cambiamento potrebbe salvare 200 mila vite ogni anno.

Lo studio. Nell’ultima ricerca, “Making the Switch”, Medici senza frontiere esorta i governi africani a utilizzare le nuove direttive dell’Oms e a sostituire la meno efficace chinina con l’artesunato. <<Quando i bambini affetti da malaria complicata arrivano in clinica, spesso soffrono di convulsioni, vomitano e rischiano uno choc, perciò dobbiamo garantire loro un trattamento efficace e rapido – ha dichiarato Veronique De Clerck, coordinatore medico di Medici senza frontiere in Uganda. La chinina deve essere somministrata tre volte al giorno attraverso una lenta infusione endovenosa che può durare anche quattro ore, un trattamento oneroso sia per i pazienti che per il personale medico. L’artesunato, al contrario, può essere somministrato al paziente in soli quattro minuti, tramite un’iniezione intravenosa o intramuscolare. Una sperimentazione eseguita a fine 2010, segnala l’ong, ha rilevato che l’impiego di artesunato per curare bambini affetti da forme gravi di malaria, riduce di un quarto il rischio di decesso. Esiste però un problema di costi aggiuntivi, per cui i governi africani sono restii al cambiamento: l’artesunato, infatti – ha concluso De Clerck – costa tre volte di più, per un totale di 31 milioni di dollari all’anno>>.

Regala una zanzariera. Unicef Italia ha recentemente segnalato che il 90% dei decessi si verifica in Africa, dove la malattia causa circa un sesto di tutte le morti infantili, invitando a donare una zanzariera antimalaria attraverso il sito internet (www.regaliperlavita.it). <<Abbiamo misure efficaci per combattere questa malattia mortale – ha sottolineato Anthony Lake, direttore generale dell’Unicef – dobbiamo usarle per salvare vite>>. Le zanzariere trattate con insetticidi riducono la mortalità infantile globale fino al 20%. Alcuni paesi che hanno investito sulla prevenzione, come Eritrea, Madagascar, São Tomé e Principe, Zambia e Zanzibar, hanno ottenuto una riduzione di oltre il 50% sia nei casi confermati di malaria che nei ricoveri e decessi per malaria.

Daniela Ciranni