Milan, Pato al lavoro anche a Pasqua

Milan, Pato – Dopo le incomprensioni con Ibrahimovic di inizio campionato, Pato si è caricato il Milan sulle spalle conducendolo a importanti e decisive vittorie. Peccato per i numerosi infortuni che ne hanno minato l’annata, altrimenti chissà cosa avrebbe potuto fare l’attaccante brasiliano. Adesso, per recuperare dall’ennesimo infortunio muscolare Pato è costretto ad allenarsi anche per le feste, in vista di un finale di campionato che si preannuncia ricco di soddisfazioni.

Ennesimo infortunio – Quando contro la Samp il “Papero” ha tentato quello sciagurato colpo di tacco a gioco fermo il 16 aprile scorso, l’intera popolazione rossonera è rimasta col fiato sospeso: priva già di Ibrahimovic, squalificato, e di Pato, cosa ne sarebbe stato dell’attacco rossonero? Robinho e Cassano hanno dimostrato nella trasferta di Brescia di potersi ben destreggiare insieme, anche se in zona gol hanno parecchio peccato. E solo un clamoroso errore di posizione di Zebina ha concesso il via libera a Robinho. Il recupero di Pato sarà importante per il Milan per scardinare le difese avversarie: in questo momento manca il bomber che la “metta dentro”: senza Ibrahimovic e Inzaghi manca uno come Pato per le sue qualità di stoccatore più che di uomo-assist.

Pasqua di lavoro – E’ per questo che il giovane bomber rossonero si è allenato anche ieri e oggi insieme a Nesta e Inzaghi. C’è almeno una piccola speranza di poterlo vedere in campo nella prossima partita contro il Bologna, il primo maggio, nel match che potrebbe regalare il diciottesimo scudetto al Milan se l’Inter non dovesse vincere a Cesena. Nel frattempo Allegri predica cautela per tenere ancora tutti i giocatori concentrati: “per la matematica vittoria mancano ancora quattro punti e potrebbe non bastare anche vincere domenica. Cerchiamo di fare questi quattro punti che ci mancano“.

Rosario Amico