Aiazzone, Fiditalia decide di restituire le rate

Buone notizie per le vittime di Aiazzone.
I 12.000 clienti che hanno pagato in contanti e/o stipulato contratti di finanziamento senza mai ricevere i mobili acquistati presso i mobilifici Aiazzone di tutt’Italia, tramite l’intervento del Movimento Consumatori, possono ora insinuarsi nella procedura fallimentare di Panmedia presso il tribunale di Torino per tentare di recuperare le somme versate.

I contratti di finanziamento. Il fallimento di Panmedia va ad incidere anche sui contratti di finanziamento. Al curatore fallimentare nominato dalla procura di Torino spetta infatti la scelta tra l’esecuzione dei contratti tutt’oggi inadempiuti e lo scioglimento di essi. Nel caso si optasse per questa seconda ipotesi dovranno essere risolti anche i contratti di finanziamento e le società finanziarie coinvolte dovranno restituire ai consumatori le rate percepite.
Movimento Consumatori ha già diffidato formalmente Fiditalia a restituire i pagamenti effettuati per gli acquisti di mobili mai consegnati dai mobilifici Aiazzone.
La finanziaria appartenente al gruppo Société Générale, ricordiamolo, fino a poche settimane dalla chiusura dei mobilifici Aiazzone, ha continuato a concedere finanziamenti a migliaia di consumatori frodati dal gruppo.
“Aspettiamo ora la risposta della finanziaria alla nostra richiesta”, ha dichiarato stamane Alessandro Mostaccio, presidente di Movimento Consumatori Piemonte, aggiungendo che “Fiditalia, a seguito del fallimento di Panmedia, dovrà restituire le rate a coloro che hanno già ottenuto lo scioglimento dei contratti d’acquisto. Se non verrà garantita una disponibilità in tal senso, daremo seguito alla diffida con una class action”.

La risposta di Fiditalia. L’associazione ha invitato tutti i clienti frodati a contattare le sedi del Movimento Consumatori per ottenere informazioni e assistenza sia per l’insinuazione al passivo, sia per l’eventuale azione collettiva nei confronti di Fiditalia.
La società finanziaria, dal canto suo, ha fatto sapere stasera che i clienti di Aiazzone che hanno pagato rate per mobili mai ricevuti per il fallimento del mobilificio si vedranno restituire le somme perse.
La restituzione delle rate già pagate, fanno sapere dal gruppo francese, avverrà in tutti i casi in cui sarà accertata la mancata consegna totale delle merci o la risoluzione del contratto di acquisto per inadempimento di Panmedia.

M.N.