Peperoncino, prezioso alleato per ridurre l’appetito

La spezia piccante aiuta a contrastare la fame – Un inaspettato alleato delle donne (o degli uomini) perennamente a dieta. È il peperoncino, spezia per eccellenza che secondo i risultati di un recente studio statunitense ha la capacità di  bloccare la fame e ridurre l’apporto di calorie.  Per sfruttare a pieno queste capacità dimagranti del peperoncino è necessario però consumarlo in forma pura e non in capsule e l’effetto è maggiore se non si è consumatori abituali. Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori della Purdue University di West Lafayette, nell’Indiana, guidati dai dottori Richard Mattes e Mary Jon Ludy.

Pubblicata su Physiology & Behavior, la ricerca è stata eseguita su 25 volontari, sani e in buona forma fisica, 13 dei quali erano consumatori abituali della spezia, mentre gli altri 12 non erano soliti insaporire il proprio piatto con l’ingrediente piccante. Ai consumatori abituali, la quantità sopportata era di 1,8 grammi, mentre i volontari non abituati a tale spezia sopportavano circa 0,3 grammi.  Alla fine dello studio, i ricercatori hanno evidenziato come in tutti i volontari la temperatura interna era aumentata favorendo la combustione del cibo, l’assorbimento delle sostanze nutrienti e la riduzione dell’appetito. Un effetto però che era riscontrabile in misura notevolmente minore nei consumatori abituali di peperoncino. “Abbiamo scoperto – Richard Mattes, studioso a capo della ricerca- che mangiare peperoncino rosso può aiutare a gestire l’appetito e a bruciare un maggior numero di calorie dopo un pasto. L’effetto vale soprattutto per chi non consuma la spezia regolarmente”.  La sostanza che favorisce questi benefici effetti della spezia è “capsicina”, proprio la responsabile della principale caratteristica del peperoncino, ovvero, quella di far prudere lingua  e palato.

Annastella Palasciano