Roma, muore bambina di 3 anni: forse è stata picchiata

Ferita alle gambe. Tragedia a Roma, dove una bambina di tre anni è arrivata morta presso l’ospedale Sant’Andrea. La piccola, giunta alla struttura ospedaliera con diverse ferite alle gambe, era secondo alcune fonti affetta da una grave disabilità e veniva nutrita solo tramite alimentazione artificiale. La bambina, che ha anche un sorella gemella, soffriva inoltre di frequenti crisi di epilessia. E’ ancora mistero sul motivi del decesso, che è stato preso in esame dal personale del Sant’Andrea. Sul caso stanno al momento indagando anche gli uomini della polizia di Stato, i quali hanno effettuato nelle ultime ore un sopralluogo nell’abitazione dove risiedeva la piccola.

Predisposta l’autopsia. La bambina abitava in zona Fonte Nuova assieme ai genitori. Sono stati proprio i due coniugi a chiamare il 118 quando si sono accorti che la figlia stava avendo una crisi respiratoria. Il decesso è avvenuto durante il trasporto. Quando il corpo della bimba è giunto all’ospedale, i medici si sono successivamente accorti che presentava diverse ferite e contusioni, alle gambe e in altre parti del corpo, le quali potrebbero essere “compatibili con maltrattamenti”. Tra le ferite ci sarebbe un morso, localizzato sotto la pianta di un piede. Tocca all’esame autoptico adesso aiutare a chiarire se le diverse ecchimosi siano state causate dalla bimba stessa – che soffriva di epilessia – o se siano, invece, il risultato di eventuali percosse subite. Il personale che si occupa di investigare sulla faccenda sta al momento interrogando i due genitori.

Gianluca Bartalucci