Calciomercato Milan, Galliani: “Boateng è nostro”

Calciomercato Milan – Sono ore di grande fermento in casa Milan: l’obbiettivo è concludere le trattative messe in piedi negli ultimi mesi, in modo da avere poi tutto il tempo per puntellare la rosa con gli ultimi colpi. Notizia fresca è il riscatto a titolo definitivo di Kevin Prince Boateng: dopo la stagione oltremodo positiva, il ghanese si è conquistato la fiducia di tutto l’ambiente ed è diventato elemento cardine di questo Milan e di quello che verrà. Vicino anche l’ingaggio di Taye Taiwo, che si svincolerà dal Marsiglia  e si aggregherà alla banda di Allegri a costo zero, al pari di Philippe Mexes. Infine, proprio in queste ore è in atto un incontro tra Galliani e i rappresentanti di Ganso per cercare di arrivare ad un accordo.

Tutto rossonero – “Boateng è già a tutti gli effetti e in maniera definitiva un giocatore del Milan perché esiste un accordo già stabilito con il Genoa“, queste le parole rilasciate da Adriano Galliani al Corriere dello Sport. Per quanto riguarda le cifre, il Milan verserà al Genoa una cifra vicina ai 7 milioni di euro. L’amministratore delegato rossonero poi precisa: “Esiste una cifra ben precisa per la seconda metà di Boateng che, eventualmente, potrebbe prevedere un “bonus” do­vesse accadere qualcosa…“. Il riferimento, neanche troppo velato, è all’eventuale conquista dello scudetto, in seguito alla quale la società dovrà versare un cifra supplementare.

Ruoli chiave – Le maggiori lacune, che Allegri è stato comunque in grado di mascherare, si sono evidenziate in primo luogo sulla fascia sinistra, in cui la mancanza di un mancino puro si è fatta sentire, in secundis sulla trequarti, dove Boateng si è rivelato trequartista un po’ atipico, seppur molto incisivo. Le prossime manovre vanno nella direzione di “tappare” questi buchi: il quotidiano francese, L’Equipe, considera ormai concluso l’accordo tra il Milan e il nigeriano Taiwo, che firmerà un contratto triennale; Sky riporta poi dell’incontro che è cominciato questa mattina fra Galliani, Braida e l’entourage di Paulo Henrique, el Ganso, in via Turati, per cercare di concludere una trattativa che si trascina da lungo tempo.

Alberto Ducci