Coldiretti, italiani popolo dal pollice verde. Voglia di fiori made in Italy

Due italiani su tre sostengono di avere il pollice verde.
È quanto evidenzia un’indagine Coldiretti-Swg presentata ad Euroflora in occasione dell’incontro ‘Una filiera florovivaistica tutta italiana’ con la partecipazione del presidente nazionale della Coldiretti Sergio Marini.

La passione degli italiani. Oltre il 90% degli italiani sostiene che la loro presenza in casa sia un piacere, mentre l’85% ritiene che ricevere o donare un fiore sia il regalo più gradito. Per questo, il 63% degli italiani ammette di trovare il tempo per prendersi cura delle piante e ben il 56% ha acquistato nell’ultimo anno bulbi e sementi per coltivarli in giardino o in terrazzo.
Coldiretti, richiamando l’indagine dell’Ocse di questo mese sul lavoro non retribuito, ricorda che gli uomini dedicano in media 15 minuti al giorno al giardinaggio e alla cura degli animali, un minuto in più del tempo dedicato alle donne, circa 14 minuti. L’associazione degli agricoltori sottolinea che trattasi di un valore medio che comprende anche quelli che non svolgono questa attività, rammentando che c’è anche chi non si accontenta di curare i fiori e le piante acquistate, ma dedica personalmente parte del tempo libero al giardinaggio e alla cura dell’orto.
Dalle elaborazioni Coldiretti su dati Istat si tratta di un hobby che coinvolge il 37% dei nostri connazionali, senza distinguo di sesso, e che piace ai giovani, visto che è praticato da più di uno su quattro tra quelli con età compresa tra i 25 e i 34 anni, anche se la passione  aumenta con il passare degli anni e raggiunge quasi la metà degli over 65.

Voglia di made in Italy. Sempre dall’indagine presentata ad Euroflora emerge che l’85% dei consumatori chiedono un marchio di garanzia creato dai floricoltori italiani.
Essi  attribuiscono alla produzione nazionale le caratteristiche di freschezza, durata, buon rapporto qualità-prezzo e rispetto dell’ambiente in misura di gran lunga superiore ai prodotti importati.
“Il sistema produttivo nazionale, in base ai risultati dell’ultimo censimento dell’agricoltura, – sostiene la Coldiretti – può contare in Italia su circa 20.500 aziende florovivaistiche, che danno occupazione ad oltre 120 mila addetti, con una superficie coltivata di oltre 36 mila ettari dove si ottiene la più ampia varietà di produzioni”.
“Non ci possiamo permettere di far diventare le piante ed i fiori italiani una commodity” ha dichiarato il presidente della Coldiretti Sergio Marini, sostenendo che “l’Italia è conosciuta in tutto il mondo come il paese dei fiori, degli architetti del verde, dei grandi giardinieri”.

Marco Notari