Divinità e spettacolari effetti visivi nel primo trailer di Immortals

Il primo trailer del nuovo film del refista Tarsem Singh – Arriverà nelle sale cinematografiche solo a novembre ma Immortals, film diretto dal visionario regista Tarsem Singh, ha già attirato l’attenzione grazie al primo trailer ufficiale.

Immortals si preannuncia come un film epico visualmente spettacolare, anche grazie all’utilizzo della tecnologia 3-D, che unisce effetti speciali ad una rivisitazione della mitologia greca. Il cast è formato da Henry Cavill (che interpreterà Superman nel nuovo film tratto dal popolare fumetto), Freida Pinto, Stephen Dorff, Isabel Lucas, Luke Evans, Kellan Lutz, John Hurt e Mickey Rourke.
Il film mostra la ricerca di un’arma leggendaria creata da Ares da parte del re Hyperion (Mickey Rourke), il sovrano che sta causando la rovina della Grecia e ha dichiarato guerra all’umanità. A contrastarlo sarà Theseus (Henry Cavill, diventato popolare grazie alla serie televisiva The Tudors) che, dopo l’uccisione di sua madre da parte delle guardie del re, trova l’arco magico e lo utilizza nel suo tentativo di distruggere Hyperion. L’arma, infatti, ha il potere di liberare i Titani, che sono stati imprigionati tra le mura del Monte Tartaros da secoli. Gli dei trovano in Theseus, scelto in segreto dallo stesso Zeus (interpretato dall’attore Luke Evans), la loro unica speranza per salvare l’umanità della minaccia di Hyperion.

Il regista Tarsem Singh torna al cinema dopo il film del 2006 The Fall e The cell – La cellula, uscito nelle sale nel 2000. La sua presenza dietro la macchina da presa è una garanzia di spettacolari effetti visivi e il trailer sembra confermare questo aspetto del film che è stato girato quasi tutto in 3-D. Dopo i deludenti risultati del recente Scontro tra titani, Immortals, che sarà distribuito anche in Italia a partire dall’11 novembre, con il suo cast di alto livello e lo staff creativo di grande esperienza, potrebbe riuscire a conquistare la critica e le prime posizioni nei box office internazionali.

Beatrice Pagan