Il Taormina Film Fest promuove il 3D a basso costo

Il 3D sbarca a Taormina – Dopo l’apertura l’11 giugno con Kung Fu Panda 2, il Taormina Film Fest presenterà in anteprima il primo film italiano in 3D sullo schermo gigante del Teatro Antico. Si tratta di Parking Lot, film diretto da Francesco Gasperoni e interamente girato in tre dimensioni, con un innovativo sistema ideato per permettere la realizzazione del 3D a basso costo:  “Che c’è di strano? – ha dichiarato il regista – L’universo è gratuitamente in 3D da quindici miliardi di anni, il teatro da settemila. Oggi, grazie al 3D low budget, il cinema ha la possibilità di adeguarsi”. Parking Lot, thriller claustrofobico ambientato nel parcheggio coperto di un centro commerciale, è interpretato da Harriet MacMasters-Green, che ha scritto il film insieme al regista italo-americano. I due saranno protagonisti di una lezione per gli iscritti al Campus Taormina, dove illustreranno tecniche e trucchi di ripresa e recitazione per il 3D.

A dimostrazione che il cinema 3D può essere alla portata di tutti, il Festival di Taormina sarà teatro di un esperimento unico al mondo: dall’11 al 18 giugno, durante gli 8 giorni del festival, Francesco Gasperoni utilizzerà una nuova macchina da presa 3D di sua invenzione per realizzare un cortometraggio a soggetto ambientato a Taormina, di cui tutto il pubblico e gli attori presenti  saranno protagonisti. Il film sarà girato, montato, sonorizzato e musicato durante il festival e presentato al Teatro Antico in chiusura, il 18 giugno.

Per il secondo anno consecutivo il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, ha confermato il suo appoggio al Taormina Film Fest, in programma nella cittadina siciliana, con la sezione del Campus Taormina, che offre l’opportunità a 600 giovani under 30 di partecipare ad incontri con personalità di spicco del mondo cinematografico nazionale ed internazionale. All’interno del Campus, una Giuria della Gioventù, formata da 40 tra ragazze e ragazzi assegnerà il premio “Campus Gioventù Award” alle tre opere ritenute più meritevoli.  “Il cinema è, tra le forme di espressione artistica, una delle più apprezzate dai giovani italiani – ha commentato il ministro Meloni – Per questo abbiamo voluto riservare a tanti giovani l’occasione di vivere da protagonisti uno degli eventi cinematografici più blasonati, facendo incontrare loro i più grandi nomi del cinema internazionale e consentendo ad una giuria di ragazzi di votare le opere migliori”.

Roberto Del Bove