Moana Pozzi: i cinquant’anni di una pornodiva che non invecchierà mai

Di lei si è parlato tanto in vita e si è continuato a parlare dopo la sua morte, per molti anni rimasta in un misterioso alone che solo un personaggio come Moana avrebbe potuto creare intorno a sé e alla sua esistenza…

Moana Pozzi è l’emblema di un immaginario erotico che non è morto con lei. La strepitosa ragazza genovese che ha fatto della pornografia uno stile spettacolare del quale vestiva i costumi con una disinvoltura che dire professionale è limitativo. La sua sensualità partiva dallo sguardo e si diramava su un corpo che mostrava senza sentirsi scandalosa. Moana Pozzi avrebbe compiuto cinquanta anni proprio oggi, 27 aprile, ma il suo destino era quello di lasciare di sé solo immagini vive di una giovane e bellissima donna diventata leggenda nel mondo del porno. “Non invecchierò mai” diceva e le sue parole sono state profezia di un crudele destino che l’ha strappata alla vita a soli 33 anni.

Ma, come per ogni leggenda, non si può dimenticare e il ruolo che tanto bene riusciva ad incarnare è diventato un classico che porta il suo nome.

Moana Pozzi non era solo una bambola porno, desiderata, amata, osservata, spogliata e polemizzata. La sua intelligenza e la sua cultura è stata apprezzata accanto alle sue forme erotiche e il suo personaggio ispira tutt’ora pellicole, libri e persino cartoon (Moanland, trasmesso da Blob è tutto italiano).

Morì a Parigi nel 1994 e per lungo tempo si è creduto che non fosse vero, che la bella Moana si nascondesse chissà dove lontana dal mondo. Ma il mistero della sua morte fu presto svelato e reso pubblico. Così come svelate e rese pubbliche sono state tante vicende della vita della pornostar e tante relazioni con personaggi famosi.

Di lei resta l’immagine di una delle donne più sensuali e scandalose della storia italiana e noi vi proponiamo una piccola fotogallery dei suoi scatti più belli.

Caterina Cariello